martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Italia > Bambini nati fuori dal matrimonio: in Italia sono il 28%

Bambini nati fuori dal matrimonio: in Italia sono il 28%

Il 28% dei bambini venuti al mondo in Italia nel 2016 è nato al di fuori del matrimonio. I dati di Eurostat confermano una tendenza che si era registrata già negli ultimi anni. Il top si era raggiunto nel 2015 quando i bimbi nati in questa circostanza erano stati il 30%.

Alcuni dati mostrano come siano cambiati i costumi degli italiani. Dieci anni prima erano stati il 16,4%, cifra questa che si era già impennata rispetto agli anni precedenti. Nel 1996 erano la metà con l’8,6%, nel 1986 solo il 5,6%. Se poi andiamo ancora più indietro si evince quando sia cambiata la società italiana nel corso degli anni: nel 1976 erano il 3,1% e nel 1966  solo il 2%.

Ma tornando ai nostri giorni va sottolineato che l’Italia è uno dei paesi dei 28 della UE dove la maggioranza dei figli, il 72% nasce all’interno di un matrimonio. Con sei bambini su dieci nati da genitori non sposati, la Francia ha avuto la maggior proporzione (59,7%) di nati vivi al di fuori del matrimonio nell’UE nel 2016. La Francia è stata seguita da vicino dalla Bulgaria e dalla Slovenia (entrambi al 58,6%). Oltre la metà delle nascite si è verificata anche al di fuori del matrimonio in Estonia (56,1%), Svezia (54,9%), Danimarca (54,0%), Portogallo (52,8%) e Paesi Bassi (50,4%). Al contrario, meno di 1 bambino su 10 era nato da genitori non sposati in Grecia (9,4%). Le nascite al di fuori del matrimonio rappresentavano anche un quarto o meno di tutti i bambini nati in Croazia (18,9%), Cipro (19,1%) e Polonia (25,0%), e per meno di un terzo dei bambini nati in Lituania (27,4%) Romania (31,3%) e Malta (31,8%) e appunto l’Italia.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net