mercoledì, Luglio 8, 2020
Home > Mondo > Sana Cheema, padre e fratello liberi. Il giallo della morte

Sana Cheema, padre e fratello liberi. Il giallo della morte

< img src="https://www.la-notizia.net/sana" alt="sana"

Si è messo in dubbio tutto: che sia stata uccisa, che avesse un fidanzato italiano. E sembrerebbe che padre e fratello siano già stati scarcerati. La morte di Sana Cheema è forse destinata a rimanere un giallo. Le informazioni vengono filtrate attraverso conoscenti, immigrati trasferitisi in Italia. E viene fuori che Sana sarebbe morta addirittura a causa di un infarto. Le informazioni della prima ora erano ben altre. Sana sarebbe stata sgozzata come un animale. Aveva 25 anni. Di origine pakistana, viveva a Brescia. Conduceva una vita normale e, tra i suoi progetti, c’era il lavoro a Milano. Frequentava un giovane italiano, che avrebbe deciso di sposare. Ed è per questo che sarebbe stata uccisa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com