martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Italia > Napoli, gambiano fermato prima di poter agire: progettava un attentato. Era un richiedente asilo

Napoli, gambiano fermato prima di poter agire: progettava un attentato. Era un richiedente asilo

< img src="https://www.la-notizia.net/gambiano" alt="gambiano"

NAPOLI – Si chiama Alagie Touray, ha 21 anni ed è un cittadino gambiano. Era arrivato in Italia nel 2017 come richiedente asilo e affidato ad un centro migranti di Pozzuoli. Sul social network Telegram conferma la propria fedeltà al Califfato: “Pregate per me perché sono in missione”. L’atto non era ancora stato programmato. In poche parole, non c’è stata definita e chiara progettualità terroristica, ma si è trattato di attività preventiva. Gli estremisti islamici arrestati in Italia sono già 15 dall’inizio del 2018. Si rileva una grande presenza in Italia di soggetti affiliati allo Stato Islamico, ma, al tempo stesso, una grande attività di intelligence tesa a sventare attività di matrice terroristica. E’ stato arrestato a Napoli nel corso di un’operazione antiterrorismo condotta da polizia e carabinieri. Secondo quanto è stato possibile apprendere dalle indagini coordinate dalla Procura, sarebbe emerso il progetto di un attentato. L’uomo aveva chiesto asilo politico ma la pratica per la concessione era ancora in valutazione. Il giovane avrebbe ammesso di aver ricevuto la richiesta di lanciarsi con un’auto sulla folla. Era sbarcato a Messina con altre centinaia di migranti il 22 marzo 2017.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net