mercoledì, Aprile 21, 2021
Home > Marche > Caso Pamela Mastropietro, lo zio: “Irreperibilità interprete legata a sistema criminale organizzato”

Caso Pamela Mastropietro, lo zio: “Irreperibilità interprete legata a sistema criminale organizzato”

< img src="https://www.la-notizia.net/interprete" alt="interprete"
Riceviamo e pubblichiamo la nota trasmessa dallo zio di Pamela Mastropietro, Marco Valerio Verni, avvocato della famiglia, circa l’irreperibilità della interprete nigeriana, che inizialmente aveva dato la propria disponibilità ad aiutare gli investigatori, e che assume fondamentale importanza per quanto riguarda la possibilità di disporre di una corretta traduzione delle parole e delle dichiarazioni di Innocent Oseghale, principale indiziato relativamente al caso e degli altri indagati attualmente in carcere, Desmond  Lucky  e Lucky Awelima.
“Non è semplice – ha dichiarato il Procuratore della Repubblica di Macerata, Giovanni Giorgio – trovare questo tipo di disponibilità, perché c’è il timore di eventuali rappresaglie o vendette nel paese d’origine”.
“Su quanto riferito dal procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Macerata  – scrive Marco Valerio Verni – circa l’irreperibilità dell’interprete nigeriana (speriamo,almeno,di sua volontà, e non perché rapita o altro),credo – qualora già non accaduto – si debba iniziare una doverosa indagine specifica, visto che, ove essa (irreperibilità) fosse frutto di un sistema intimidatorio, è palese che quest’ultimo non possa non ricondursi ad un sistema criminale organizzato,alimentandosi l’ipotesi di un coinvolgimento-diretto o indiretto-della mafia nigeriana. In tutto ciò, sarebbe interessante conoscere il comportamento dell’ambasciata nigeriana che,così solerte-giustamente-all’indomani dei fatti collegati a Luca Traini, nel criticarne i risvolti,spero abbia messo lei a disposizione della Procura del personale qualificato”.
Il funerale di Pamela Mastropietro si svolgerà sabato 5 maggio p.v.,a Roma, presso la parrocchia di Ognissanti. La Santa Messa avrà inizio alle ore 11,00,mentre dalle ore 9,30 alle 10,30 sarà  possibile rivolgerle l’ultimo saluto ed una preghiera personale nella apposita cappella dove sarà adagiata la salma. Previsto il lutto cittadino.
“Abbiamo scelto il primo sabato del mese dedicato alla Vergine Maria – hanno dichiarato i familiari – vista la devozione che, per essa, aveva Pamela, oltre a noi tutti. Avremo finalmente un luogo dove piangerla,dove poterle portare un fiore o recitare una preghiera”.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *