domenica, Ottobre 24, 2021
Home > Italia > Fedriga vince in Friuli con il 56%. Di Maio astioso con il PD; Berlusconi chiede governo di minoranza

Fedriga vince in Friuli con il 56%. Di Maio astioso con il PD; Berlusconi chiede governo di minoranza

< img src="https://www.la-notizia.net/pd" alt="pd"

E’ ufficiale: il leghista Massimiliano Fedriga vince in Friuli con il 56 per cento, mentre si assiste al prevedibile crollo del M5S, che con il grillino Morgera si attesta sul 12 per cento. Prevedibile perché era naturale aspettarsi ripercussioni per il mancato governo a quasi due mesi dal voto del 4 marzo. Arriva quasi al 30 per cento, invece, il candidato del centrosinistra Sergio Bolzonello. Parliamo di 1.06 sezioni scrutinate su 1.369. Per quanto riguarda i voti di lista, la Lega raggiunge il 35 per cento, il PD il 18% ed il M5S il 7%. Di Maio, dopo un iniziale abboccamento con la Lega, ha chiuso il forno per poi rivolgersi al PD. Ma anche in questo caso la cosa sembra essersi chiusa con un nulla di fatto. E’ proprio il leader dei grillini a commentare: “Il PD non riesce a liberarsi di Renzi nonostante l’abbia trascinato al suo minimo storico, prendendo una batosta clamorosa. Altro che discussione interna al PD. Oggi abbiamo avuto la prova che decide ancora tutto Renzi col suo ego smisurato. Noi ce l’abbiamo messa tutta per fare un Governo nell’interesse degli italiani. Il PD ha detto no ai temi per i cittadini e la pagheranno“. Da una parte c’è quindi il veto su Berlusconi e dall’altra quello su Renzi. Sarebbe stato più giusto, equo e democratico, cercare un confronto con il centrodestra e formare rapidamente un governo, senza lasciare il Paese in balìa di un incredibile, inopportuno, pazzesco stallo.  La coalizione di centrodestra rimane, malgrado tutto, unita, mentre sull’altro versante c’è un leader che si è dimesso ma ancora in grado di dire la sua. In poche parole, il M5S non è stato finora in grado di trovare la via. Solo ieri, sul suo profilo Facebook, Berlusconi ha ribadito le posizioni: “Nella mia intervista di oggi al Corriere della Sera ho ribadito che il centrodestra è unito da comuni valori, da comuni esperienze di governo nazionali e locali e i mercati internazionali scommettono sulla nostra alleanza. Chi pensa di dividerci giocando su polemiche che non esistono, si fa delle grandi illusioni. Siamo forti proprio perché uniti e per questo chiediamo di poter formare un governo di minoranza che vada in Parlamento a chiedere il consenso delle altre forze politiche”. E aggiunge: “Nonostante tutte le notizie false fatte circolare, la coalizione di centrodestra è solida e in salute. L’unica soluzione che vediamo per dare seguito alle passate elezioni è un governo di centrodestra che si presenti in parlamento con progetti concreti”.

Lucia Mosca

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net