martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Marche > Pamela Mastropietro, il Procuratore Giovanni Giorgio: “Delitto a sfondo sessuale. Pamela è stata uccisa per cancellare le prove”/VIDEO

Pamela Mastropietro, il Procuratore Giovanni Giorgio: “Delitto a sfondo sessuale. Pamela è stata uccisa per cancellare le prove”/VIDEO

< img src="https://www.la-notizia.net/sessuale" alt="sessuale"
Stando alle prove raccolte, il Procuratore della Repubblica di Macerara, Giovanni Giorgio, non ha dubbi: Pamela Mastropietro è stata uccisa a seguito degli abusi subiti per cancellare le prove. E si farà appello al Riesame perché venga contestato il reato di violenza sessuale, visto che il Gip non l’ha riconosciuto.  Nel corso della conferenza stampa, tenutasi questa mattina nella sede del comando provinciale dei Carabinieri di Macerata, è stato inoltre confermato che Innocent Oseghale non ha fatto tutto da solo. Il Procuratore ha chiaramente affermato di aver inviato uno specifico quesito al dottor Cingolani, che ha effettuato l’autopsia, e che la risposta è stata la seguente: “Nell’arco di tre ore è impossibile che abbia potuto portare a compimento il tutto una sola persona”. Nel frattempo è anche stato reso chiaro il fatto che sulla Comunità Pars di Corridonia non sono attualmente in corso accertamenti sulla gestione del caso Mastropietro.
Sempre facendo riferimento alle prove raccolte, Innocent Oseghale sarebbe stato colto da un raptus. Avrebbe infatti lanciato, nel corso delle intercettazioni ambientali al vaglio degli inquirenti, un  chiaro riferimento ad una sigaretta che gli avrebbe fatto perdere coscienza di sé. Pamela Mastropietro, secondo gli investigatori, è stata quindi violentata mentre si trovava in condizioni fisiche di inferiorità per l’assunzione di eroina. La violenza è stata accertata anche sulla base dei risultati degli esami del Ris, che hanno evidenziato un rapporto sessuale completo tra i due. Il gip di Macerata Giovanni Maria Manzoni ha invece ritenuto non vi fossero gravi indizi di colpevolezza per tale accusa, ipotizzando invece che tra i due si fosse creato un clima amicale.

Secondo la Procura, invece, l’accusa di violenza sessuale sarebbe comprovata anche dalla “cura maniacale” messa in atto da Oseghale per far sparire le tracce del rapporto violento, pulendo con la candeggina e asportando gli organi genitali della ragazza. Il Procuratore ha chiesto e ottenuto un’altra misura cautelare in carcere per concorso in  omicidio a carico di Oseghale. L’istanza è stata accolta dal gip e nei prossimi giorni Oseghale sarà interrogato su questa nuova imputazione. In precedenza, le sole accuse riconosciute dal gip nei confronti del 29enne erano state quelle di occultamento e vilipendio di cadavere.

I funerali di Pamela Mastropietro si svolgeranno sabato 5 maggio a Roma, presso la parrocchia di Ognissanti. La Santa Messa avrà inizio alle ore 11,00,mentre dalle ore 9,30 alle 10,30 sarà  possibile rivolgerle l’ultimo saluto ed una preghiera personale nella apposita cappella dove sarà adagiata la salma. Previsto il lutto cittadino.

“Abbiamo scelto il primo sabato del mese dedicato alla Vergine Maria – commentano i familiari – vista la devozione che,per essa,aveva Pamela,oltre a noi tutti. Avremo finalmente un luogo dove piangerla,dove poterle portare un fiore o recitare una preghiera”. La salma verrà tumulata nel cimitero capitolino del Verano. Di seguito il video:
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net