lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Italia > Violenza senza fine a Catania: romeno picchia la moglie e mette in mano un coltello al figlio: “Feriscila”

Violenza senza fine a Catania: romeno picchia la moglie e mette in mano un coltello al figlio: “Feriscila”

< img src="https://www.la-notizia.net/rimini" alt="rimini"

CATANIA – Picchiata, umiliata, costretta a subire rapporti sessuali e anche a vedere la scena del marito che mette un coltello in mano al più grande dei loro due figli, di 4 anni, istigandolo a ferire la madre. Sono alcune delle violenze subite dalla moglie di un romeno di 26 anni che è stato arrestato da carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso dal Gip di Catania. I reati ipotizzati dalla Procura distrettuale etnea sono violenza sessuale aggravata, lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia. Coetanea del coniuge, la donna, hanno ricostruito i militari dell’Arma, è stata per lungo tempo vittima di violenze: botte dinanzi ai figli di 4 e 2 anni, riportando anche una frattura al costato giudicata guaribile in 30 giorni, l’impossibilità di chiamare i soccorsi, lasciata per punizione fuori all’addiaccio e privata anche di cibo e acqua calda. Le indagini sono state avviate dopo la segnalazione dei servizi sociali del Comune in cui cui la coppia viveva.