venerdì, Ottobre 23, 2020
Home > Marche > Porto San Giorgio ritira la Bandiera Blu numero 19

Porto San Giorgio ritira la Bandiera Blu numero 19

Porto San Giorgio è ancora Bandiera Blu. Il riconoscimento, che certifica la qualità ambientale delle località turistiche e balneari sia al litorale che all’approdo, è stato consegnato questa mattina a Roma, nella sede del Cnr, dai rappresentanti della Foundation for Environmental Education (Fee) ai comuni rivieraschi e agli approdi turistici.  A ritirarlo, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, l’assessore all’Ambiente Massimo Silvestrini.

Nella fase di valutazione portata avanti dalla giuria nazionale, hanno dato il loro contributo istituzioni quali il Ministero dei Beni culturali e del Turismo, il Ministero delle Politiche agricole,  regioni, il Comando generale delle Capitanerie, l’Ispra, Il Consiglio nazionale dei chimici e l’Anci, nonché organismi privati quali i Sindacati balneari e la Fin.  L’iter procedurale certificato secondo la norma Uni En Iso 9001-2008 ha guidato la valutazione delle candidature. In Italia sono 175 i comuni che hanno ottenuto il riconoscimento per un totale di 368 spiagge. Soddisfatto l’assessore Silvestrini: “E’ un risultato di tutta la città – ha detto oggi dopo la cerimonia – . E’ dovuto alla compartecipazione di tutti i cittadini a rendere la città pulita, accogliente e per questo premiata”. Per l’assessore al Turismo Elisabetta Baldassarri “il riconoscimento ottenuto oggi al Cnr non è un esito scontato. Vedendo le non conferme per alcuni Comuni a noi vicini, possiamo ritenere con soddisfazione che Porto San Giorgio offre servizi in linea con gli standard richiesti dagli organi giudicanti. La Bandiera Blu, oltre ad essere un ambito riconoscimento, è uno stimolo per tutti a migliorare ancora”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *