mercoledì, Gennaio 27, 2021
Home > Marche > Sesta bandiera blu alla città di Fermo

Sesta bandiera blu alla città di Fermo

Nella prestigiosa Aula Convegni del CNR (Centro Nazionale delle Ricerche) di Roma, si è svolta stamani la 32° cerimonia ufficiale di consegna della Bandiera Blu 2018, organizzata come sempre dalla Fondazione per l’educazione ambientale (Foundation for Environmental Education – Fee). 368 le spiagge italiane premiate (erano 342 nel 2017). Bandiera Blu anche per la Città capoluogo della Provincia di Fermo: Fermo con le spiagge di Lido-Casabianca e Marina Palmense. A ritirare il prestigioso riconoscimento per la Città di Fermo, che lo ha conseguito per la sesta volta consecutiva, l’assessore all’ambiente Alessandro Ciarrocchi insieme al consigliere comunale Giulio Cesare Pascali (FOTO). “Un riconoscimento che onora la città – ha detto l’assessore Ciarrocchi a margine della consegna  – e che attesta quanto fatto fino ad ora, tutte le azioni condotte, le progettualità e le idee innovative concretamente realizzate a testimonianza dell’attenzione per la costa che aggiunge così al suo biglietto da visita anche la sesta bandiera blu. Un grazie va al lavoro portato avanti ogni giorno dell’Ufficio Comunale Politiche Ambientali e all’Asite”. “Esprimo soddisfazione per questo riconoscimento che rappresenta anche uno stimolo e un impegno per il futuro nel mantenere e nel rimanere sempre in questi standard crescenti” – le parole del consigliere Pascali. Un riconoscimento che gratifica un lungo lavoro portato avanti per mettere in campo tutte quelle azioni volte a produrre miglioramenti ambientali nel settore della qualità delle acque di balneazione, della raccolta dei rifiuti, dei consumi energetici, dell’informazione e dell’educazione ambientale, della promozione turistico-ambientale e della pianificazione del territorio. La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale assegnato dalla FEE (Federation for Environmental Education), istituito nel 1987, Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 48 Paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con l’obiettivo di certificare la qualità ambientale delle località turistiche balneari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *