mercoledì, Marzo 3, 2021
Home > Mondo > La Corea del Nord libera i prigionieri americani, ora si pensa al summit

La Corea del Nord libera i prigionieri americani, ora si pensa al summit

< img src="https://www.la-notizia.net/americani" alt="americani"

Tre americani, finora detenuti in Corea del Nord, hanno ringraziato il governo degli Stati Uniti, il presidente Donald Trump e il popolo americano per “averli portati a casa”. Sono stati accompagnati dal Segretario di Stato Mike Pompeo. Il gesto è l’ultima espressione del tentativo di migliorare i rapporti tra le due nazioni. Pompeo ha visitato la Corea del Nord mercoledì per organizzare il summit con Trump, che ha ringraziato pubblicamente il suo leader per la liberazione dei prigionieri. Pyongyang aveva accusato Kim Dong Chul, Kim Hak Song e Tony Kim, tutti coreani-americani, di attività anti-statali, ma i loro arresti erano stati visti come motivati ​​politicamente e avevano aggravato il terribile stato delle relazioni sulle armi nucleari.  Questo viaggio segna la seconda visita del Segretario di Stato americano Mike Pompeo in Corea del Nord in meno di sei settimane. Ha dichiarato che i due paesi hanno già concordato una data e un luogo per il summit. “Pensiamo che le relazioni stiano crescendo con la Corea del Nord”, ha detto Trump in un discorso televisivo. “Vedremo come funziona tutto. Forse non lo farà. Ma può essere una grande cosa per la Corea del Nord, la Corea del Sud ed il mondo intero “. Pompeo ha fatto una visita segreta in Corea del Nord durante il fine settimana di Pasqua, diventando il primo funzionario statunitense noto per aver incontrato Kim. Il summit con il presidente Donald Trump porterà positivi sviluppi rispetto alle recenti tensioni: lo ha detto il leader nordcoreano Kim Jong-un incontrando a Pyongyang il segretario di Stato americano Mike Pompeo. “Sarà uno storico summit per un eccellente primo passo verso lo sviluppo positivo degli scenari nella penisola coreana e la costruzione di di buon futuro”, ha affermato Kim nel resoconto della Kcna. Il Rodong Sinmun, organo ufficiale del Partito dei Lavoratori, dedica oggi la prima pagina all’incontro Kim-Pompeo.

Lucia Mosca

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *