martedì, Gennaio 26, 2021
Home > Italia > Genova, ordinanza dei cassonetti: il sindaco incontra Aleksandra Matikj

Genova, ordinanza dei cassonetti: il sindaco incontra Aleksandra Matikj

< img src="https://www.la-notizia.net/strasburgo" alt="strasburgo"

Il giorno 31 maggio 2018, alle ore 18:30, si terrà l’incontro presso l’Ufficio del Sindaco, in Via Garibaldi 9, Palazzo Albini, lato Levante, Piano VI, tra il Sindaco di Genova Marco Bucci ed Aleksandra Matikj, Presidentessa del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” che spiega:

«Sono contenta che abbia deciso di incontrarci di persona. Si tratta di 10 mila firme che come Comitato abbiamo raccolto per chiedere la definitiva revoca dell’Ordinanza che vede sanzionare con una multa da 200 euro chi viene colto a rovistare nei contenitori per la raccolta dei rifiuti. È inaccettabile. Questo provvedimento, proposto dall’Assessore comunale di Lega Nord Stefano Garassino, successivamente deliberato dalla Giunta del Comune di Genova, secondo noi è discriminatorio perché colpisce quelle famiglie e Persone di Genova che già sono esposte a vivere un disagio economico-sociale ed, anziché mortificate pubblicamente, andrebbero aiutate.

Oggi vogliamo ringraziare tutti i Firmatari ma anche una Genova che, tramite la nostra Petizione (https://www.change.org/p/genova-2018-ordinanza-contro-chi-fruga-nei-cassonetti-10-mila-firme-per-revocarla-firma-ora), è rimasta umana e solidale come noi.

Siamo rimasti d’accordo con il Sindaco di soffermarci soltanto sulla questione sociale e non politica ed è per questo che per l’incontro abbiamo invitato il Portavoce della “Comunità di San Benedetto al Porto” Domenico ChionettiDon Marino Poggi della “Caritas Diocesana”, le Dott.sse Simona Panichelli Onorina Gardella, il giovane Lorenzo Azzolini di “Genova che osa”, il Dott. Andrea Zezzo, il Presidente del CEIS, Centro di Solidarietà Enrico Costa e l’Avv. Roberto Faure, dell’ARCI. Chiaramente invitiamo tutta la Cittadinanza e la Residenza ad essere presente, per loro ci saremo già dalle ore 18 davanti al Palazzo Tursi: giusto è che ci sia anche un riscontro Democratico con la gente, pur rispettando le normative concordate con il Dott. Bucci.

Oltre a migliaia di firme raccolte in soltanto 6 giorni, consegneremo al Sindaco anche i commenti di grande indignazione che questa Ordinanza ha suscitato tra il popolo e che, speriamo, venga abrogata, noi ci contiamo», conclude la Matikj.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *