mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Italia > Lega-M5S, il giorno del premier. Indiscrezioni parlano di Tremonti o Maroni

Lega-M5S, il giorno del premier. Indiscrezioni parlano di Tremonti o Maroni

< img src="https://www.la-notizia.net/premier" alt="premier"

Proseguono frenetiche le operazioni per arrivare alla costituzione di un governo politico. Un nuovo vertice si è tenuto, nel corso della notte, tra il leader della Lega Matteo Salvini ed il leader M5S Luigi Di Maio. Si tratta del terzo incontro, a Milano, dopo quello al Pirellone e quello nello studio di commercialisti del deputato Stefano Buffagni. Sul tavolo, e si tratta del nodo più spinoso, in quanto sembra che si sia trovato l’accordo su diversi punti programmatici  – legge Fornero, reddito di cittadinanza, flat tax – il nome del premier del governo M5S-Lega. Nella giornata di oggi si riferirà al Quirinale. Una rapida telefonata sarebbe stata effettuata ieri al Capo dello Stato da Luigi di Maio. Ma, da quanto si apprende, al momento non è ancora stato indicato il nome del premier. Salvini e Di Maio si sono incontrati nel pomeriggio di ieri a Milano nello studio da commercialista di Stefano Buffagni, parlamentare del M5S lombardo. L’ufficio è sito in viale Tunisia, non distante dal Pirellone, dove poco prima si era conclusa la due giorni di trattative fra Lega e 5 Stelle per il programma di governo. Tra i presenti all’incontro anche Giancarlo Giorgetti e Vincenzo Spadafora.

A chi ha chiesto a Matteo Salvini se verrà presentato al capo dello Stato un nome o una rosa di nomi per il futuro premier, il leader della Lega avrebbe risposto: “No, e che portiamo una squadra di calcio?” Dall’altra parte Luigi Di Maio si dice ottimista: “Si sta scrivendo la storia e ci vuole un po’ di tempo”.

“Di nomi non abbiamo parlato – aggiunge -, ma c’è un ottimo clima al tavolo, si stanno affrontando temi importantissimi: per la prima volta nella storia si porta avanti una trattativa sul governo mettendo al centro i temi”.  E aggiunge: “Speriamo di chiudere il prima possibile”.  A chi gli ha chiesto se contino di concludere entro oggi, Di Maio risponde: “Vediamo”. Incalzato dai giornalisti sul futuro premier terzo, non risponde. Girano voci che parlerebbero di un possibile incarico a Maroni o Tremonti, ma è tutto da verificare e si deve necessariamente attendere. Delle ipotesi si è parlato ieri sera nel corso della puntata di “Non è l’Arena” di Massimo Giletti in collegamento con l’On. Molteni della Lega, che ha preso parte agli incontri per la stesura del programma di governo.

Quello che è certo è che sulla legge Fornero è stata trovata un’intesa.  “Non ci sono punti dove non c’è accordo, ci sono temi su cui si discute – ha affermato ieri l’esponente M5s Laura Castelli -. Oggi abbiamo parlato di lavoro, superamento della Fornero, della misura “quota 100″ per le pensioni, delle categorie professionali usuranti, abbiamo fissato dei punti”. “Sulla Fornero – ha aggiunto – è stata assolutamente trovata un’intesa. Sul tema abbiamo chiuso”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net