sabato, 22 Febbraio, 2020
Home > Mondo > L’Ecuador in prima linea contro la sottrazione internazionale di minori

L’Ecuador in prima linea contro la sottrazione internazionale di minori

Per più di un anno l’ecuadoriana Mariella Rea non ha potuto vedere sua figlia. La bimba, frutto di una relazione con un cittadino slovacco, è stata trattenuta da suo padre mentre era in visita nel suo paese di origine. Mercoledì 16 maggio, l’Assemblea Nazionale dell’Ecuador ha approvato all’unanimità, con 124 voti, che venga richiesto al Ministro degli Esteri, María Fernanda Espinosa, al Ministro della Giustizia, Rosana Alvarado, e al Difensore del Popolo, Gina Benavides, che considerino questo problema una priorità e si rechino in Slovacchia per aiutare Mariella Rea. L’ordine è venuto dal legislatore indipendente Viviana Bonilla.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *