giovedì, Ottobre 21, 2021
Home > Marche > Tatuaggi, il 42% dei marchigiani ora vorrebbe cancellarli

Tatuaggi, il 42% dei marchigiani ora vorrebbe cancellarli

< img src="https://www.la-notizia.net/tatuaggi" alt="tatuaggi"

ANCONA – Un nome di donna, un cuore o un simbolo d’amore. Poi qualcosa si rompe e così iniziano i problemi per eliminare ciò che si porta “stampato” sulla propria pelle. Secondo una recente stima, il 42% dei marchigiani che ha un tatuaggio sul proprio corpo è ora pentito. Per questo molti vogliono cancellarli o modificarli. Si tratta oramai di una tendenza nazionale visto che secondo l’Istituto Superiore di Sanità sono un milione e duecentomila su sette milioni quelli che vorrebbero che la loro pelle torni liscia e pulita senza iniziali, nomi, simboli, disegni e frasi varie. Come dicevamo tra le maggiori cause di rimozione dei tatuaggi vi sono la cancellazione del nome dell’altra persona quando la relazione finisce o quando ne inizia una nuova. La tecnica per rimuovere i tatuaggi utilizza un potente laser che frantuma le particelle d’inchiostro, che tra l’altro, come appurato da alcune ricerche, è molto pericoloso per la salute. Ogni rimozione comporta alcune sedute, potrebbe dare effetti collaterali come gonfiore e rossore e può essere molto costosa.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net