venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Elisa Trifelli apre a Cori la nuova edizione di Cervelli in Scena

Elisa Trifelli apre a Cori la nuova edizione di Cervelli in Scena

Sabato 26 Maggio, alle ore 17:30, presso la Biblioteca comunale di Cori (LT) “Elio Filippo Accrocca”, verrà inaugurata l’edizione 2018 di “Cervelli in Scena”, l’iniziativa promossa dall’Associazione “Amici del Museo della Città e del Territorio di Cori”, con la partecipazione dell’Associazione “Arcadia” e il patrocinio del Comune di Cori, pensata per conoscere e valorizzare la ricchezza culturale prodotta attraverso le tesi di laurea e di dottorato, e proporla al pubblico in modo scientificamente accurato ma comprensibile a tutti.

Gli autori di questi lavori avranno modo di esprimersi in un contesto meno formale di quello accademico, seppur in presenza di voci esperte, e condividere questo sapere con la comunità. I volumi resteranno a disposizione per la consultazione in un’apposita raccolta dell’istituto culturale di vicolo Macari, in linea con il suo progetto biblioteconomico che da diversi anni persegue l’obiettivo della biblioteca partecipata, aperta alla collaborazione con le varie realtà locali, singole ed associate.

L’ospite del primo appuntamento è la dottoressa Elisa Trifelli, responsabile delle risorse umane di un’azienda farmaceutica, la quale presenterà la propria tesi di dottorato in Filosofia e Storia della Filosofia presso La Sapienza Università di Roma, dal titoloDroghe, valore, libertà: un’etica liberale delle sostanze psicoattive.” discussa nell’a.a. 2016/2017 con la supervisione del prof.Piergiorgio Donatelli e del prof. Simone Pollo. Quest’ultimo, docente e ricercatore di Bioetica al Dipartimento di Filosofia del primo ateneo romano, interverrà all’incontro.

La ricerca si propone di esaminare le questioni etiche connesse all’uso delle sostanze psicoattive, muovendo dai dati empirici sui consumatori. L’esigenza è quella di ripensare l’etica dal basso e favorire quanto più possibile riflessioni critiche sul linguaggio e sulle soluzioni adottate, a questo proposito, da posizioni proibizioniste e farmaco-centriche, sia nel contesto socio-culturale che in quello scientifico e normativo. Si farà riferimento inoltre a veri e propri esperimenti normativi e sociali attuati in altri Paesi per ciò che riguarda il “fenomeno droga”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *