domenica, Novembre 28, 2021
Home > Mondo > Il governo austriaco chiude sette moschee

Il governo austriaco chiude sette moschee

Il governo austriaco ha comunicato la chiusura di 7 moschee e l’imminente espulsione di alcuni imam, accusati di finanziamenti illeciti dall’estero e di violazione della legge austriaca sull’ Islam. L’annuncio è del cancelliere Kurz e del ministro degli Interni Kikl: gli imam espulsi appartengono all’associazione Atib, Unione turco-islamica per la collaborazione culturale e sociale in Austria. Altri 40 imam rischiano di perdere il permesso di soggiorno. Arriva immediato su Facebook il plauso di Salvini: “Credo nella libertà di culto, non nell’estremismo religioso.  Se una persona usa la propria fede per mettere a rischio la sicurezza di un Paese va allontanata immediatamente! Spero già la prossima settimana di incontrare l’amico e collega ministro dell’Interno austriaco per confrontarci su situazione e linee d’azione”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net