sabato, Aprile 17, 2021
Home > Italia > Genova, multata anziana clochard: “Non erano queste le parole del Sindaco Bucci”

Genova, multata anziana clochard: “Non erano queste le parole del Sindaco Bucci”

«Abbiamo saputo dell’anziana clochard multata a Genova sanzionata di 200 euro perché ‘infastidiva’ alcuni commercianti, aveva allestito un piccolo riparo. Lei, 65 anni, originaria della Slovacchia, stava mangiando quando i Vigili sono intervenuti multandola – commenta Aleksandra Matikj, Presidentessa del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” – , e dopo diverse polemiche sui social che in primo piano vedono citato il Consigliere comunale di Lega Nord Stefano Garassino, dichiaratosi nel frattempo così: “Se i vigili hanno sanzionato la donna, vuol dire che c’erano gli estremi”, ci esprimiamo anche noi indignati e sconcertati così come tanti altri Genovesi che hanno ritenuto tale gesto come un comportamento disumano. Ci uniamo alle parole di Andrea Chiappori, Responsabile della Comunità di Sant’Egidio, che fermamente condanna: “La questione delle multe è ridicola. Si dovrebbe studiare un vero progetto di sostegno. A queste persone viene chiesto di spostarsi ma non gli si dice dove. Non esiste l’intenzione di aiutarle. Se cambiano strada, vengono multate ancora?”

Noi oggi vogliamo soltanto dire che ricordiamo molto bene le parole del Sindaco di Genova Marco Bucci quando pochi giorni fa, durante l’incontro e dinanzi a 14 mila firme dei Cittadini che gli abbiamo portato per revocare l’Ordinanza che a Genova multa chi fruga nei cassonetti e che il Sindaco rifiutò di ritirare, ci disse che le persone in difficoltà non vengono multate fin da subito ma in primo luogo avvisate e poi indirizzate nei posti dove dormire e mangiare. Aggiunse anche che l’Ordinanza, successivamente deliberata ufficialmente dal Comune di Genova, serviva soltanto per spaventare. Noi, sinceramente, ci aspettavamo di vedere e di già la nostra proposta in atto, per aiutare, ovvero gli adesivi incollati sui cassonetti col scritto: anziché qua, chiedete aiuto dal Massoero, a San Marcellino, alla Caritas oppure al Sant’Egidio e vedere però ora, a poco più di una settimana, questa Signora sanzionata, anziana e tanto in difficoltà, ci lascia perplessi. Chiaro è che tutti quei soldi una persona anziana che vive per strada non li ha, scriverò in giornata a Don Marino Poggi per vedere se possiamo aiutarla. Speriamo che questo sia l’ultimo episodio che vediamo nella città di Don Andrea Gallo e di Fabrizio De André dove nel 2018 la povertà è diventata un crimine, a quanto pare», conclude la Matikj.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *