lunedì, Aprile 19, 2021
Home > Abruzzo > Fratelli d’Italia Teramo: “Le dichiarazioni di Gianguido D’Alberto un’offesa all’intelligenza dei teramani”

Fratelli d’Italia Teramo: “Le dichiarazioni di Gianguido D’Alberto un’offesa all’intelligenza dei teramani”

Riceviamo e pubblichiamo: “Le dichiarazioni di Gianguido D’Alberto, dei suoi candidati e degli uomini del PD che lo sostengono sono un’offesa all’intelligenza dei teramani. Gianguido D’Alberto, già capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale, della cui attività i cittadini teramani non hanno un gran ricordo, parla di rinnovamento dopo essere uscito dalla porta del Partito Democratico per poi rientrare dalla finestra in questa tornata elettorale.
D’Alberto parla di rinnovamento ed in caso di vittoria avrà eletti che hanno un passato nelle file di Forza Italia e quindi del centrodestra. Un ex assessore della prima giunta Brucchi sollevato dall’incarico dopo 6 mesi dall’insediamento con nomina in un importante ente; un ex candidato consigliere nelle liste di Forza Italia il cui risultato elettorale si fa fatica a ricordare, mentore di una lista di appoggio al PD che ha sempre dichiarato impresentabile; un ex assistente parlamentare di un esponente di Forza Italia che ha compiuto la maturazione politica con la candidatura alle elezioni provinciali nella lista del PDL, senza essere eletto, in un collegio dove il centrodestra esprimeva il consigliere anche quando perdeva.
Potremmo continuare, dicendo che D’Alberto è espressione di quel Partito Democratico bocciato sonoramente nelle ultime elezioni politiche. Potremmo continuare dicendo che D’Alberto è tenuto a battesimo da D’Alfonso, Pepe, Mariani e via discorrendo che hanno prodotto la bocciatura alle ultime elezioni politiche in Abruzzo. Potremmo continuare dicendo che questi signori si sono fatti notare solo per la loro assenza in questi 4 anni di governo regionale.
Basterebbe questo ai cittadini teramani per decidere liberamente. Se questo è il rinnovamento, un’accozzaglia di liste che nulla hanno in comune se non la smania di potere e l’odio politico per una parte del centrodestra, da cui hanno attinto anche incarichi, allora riteniamo che noi non siamo quel rinnovamento che D’Alberto professa.
Potremmo continuare ancora con tanti altri esempi ma ci limitiamo a dire che il vero rinnovamento nel merito, nella forma e nella sostanza è rappresentato solo da Giandonato Morra e i cittadini teramani ne sono pienamente consapevoli”.
Marilena Rossi 
Coordinatore Prov.le
Fratelli d’Italia Teramo
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *