domenica, Novembre 28, 2021
Home > Italia > Un giovane su quattro non lavora e non studia. Italia maglia nera d’Europa

Un giovane su quattro non lavora e non studia. Italia maglia nera d’Europa

Un giovane su quattro non lavora, non studia, ne sta svolgendo qualche tipo di formazione. Con il 25,7% di giovani tra i 18 e i 24 anni che non hanno impegni di nessun  genere, l’Italia guida la classifica europea del 2017 dei cosiddetti NEET (acronimo inglese di “not (engaged) in education, employment or training”).Che la situazione italiana sia grave, si desume analizzando la media dei 28 paesi europei che si attesta al 14.3%. Altri dati sui NEET: circa 1 su 5 a Cipro (22,7%), Grecia (21,4%), Croazia (20,2%) , Romania (19,3%) e Bulgaria (18,6%). Un tasso NEET superiore al 15% è stato registrato anche in Spagna (17,1%), seguito da Francia (15,6%) e Slovacchia (15,3%). Al contrario, la percentuale più bassa di NEET di età compresa tra 18 e 24 anni è stata registrata nei Paesi Bassi (5,3%), davanti a Slovenia (8,0%), Austria (8,1%), Lussemburgo e Svezia (entrambi 8,2%), Repubblica ceca (8.3 %), Malta (8,5%), Germania (8,6%) e Danimarca (9,2%). Secondo i dati Eurostat nell’Unione Europea circa 5,5 milioni di giovani di età non erano né occupati né in istruzione o formazione. Questo è l’equivalente della popolazione totale della Slovacchia o della Finlandia.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net