mercoledì, Dicembre 1, 2021
Home > Marche > Venditori abusivi in spiaggia, l’avvocato Gian Luigi Pepa: “Enorme giro d’affari illegale”

Venditori abusivi in spiaggia, l’avvocato Gian Luigi Pepa: “Enorme giro d’affari illegale”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo: “Il problema emerge prepotentemente ogni estate: i venditori ambulanti abusivi si trovano non solo sulle spiagge, ma anche di fronte ai centri commerciali, ed in ogni luogo di accesso al pubblico. Il Governo – con il Piano Spiagge Sicure – si fa portavoce di un malessere diffuso tra chi vuole il rispetto delle regole, primi fra tutti gli esercenti che pagano le tasse. Il giro d’affari illegale ha assunto proporzioni enormi, a discapito dei commercianti in regola, che subiscono una grave concorrenza sleale. L’acquisto di prodotti contraffatti è regolato dall’art. 474 c.p., che al secondo comma prevede come “… chiunque detiene per la vendita, pone in vendita o mette altrimenti in circolazione, al fine di trarne profitto, i prodotti di cui al primo comma (cioè i prodotti con segni falsi) è punito con la reclusione da uno a quattro anni e con la multa da euro 3.500 a euro 35.000”. Pertanto, nella fattispecie è contemplata il reato di compravendita di prodotti con marchio contraffatto.  L’esercizio di un attività commerciale senza la prescritta autorizzazione è un illecito amministrativo sanzionabile dal Dlgs n.114/1998, con la multa sino ad €15.000,00, e con la confisca della merce. La reclusione scatta per chi è inabilitato all’esercizio dell’attività commerciale, per precedenti condanne penali. Il consumatore finale – se acquista per uso strettamente personale – può essere sanzionato con la multa sino ad € 7.000,00, secondo la L. n.99/2009. Il reato di ricettazione, ex art. 648 c.p., scatta se l’acquirente è complice del processo di produzione o distribuzione del prodotto (e non è quindi il caso degli acquirenti “da spiaggia”)”.

Avv. Gian Luigi Pepa

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net