giovedì, Dicembre 9, 2021
Home > Mondo > Bimbo di 10 anni torturato e picchiato dalla madre fino alla morte. Aveva detto: “Mi piacciono i ragazzi”

Bimbo di 10 anni torturato e picchiato dalla madre fino alla morte. Aveva detto: “Mi piacciono i ragazzi”

gaeta

LOS ANGELES – “Mi piacciono i ragazzi”. A causa di queste poche, semplici parole, un bimbo di 10 anni della California del Sud è stato torturato per giorni prima della sua morte, a volte anche da fratelli e sorelle costretti a prendere parte alle percosse. Una storia terribile e disumana, che si chiude tragicamente con la morte del bambino, che è avvenuta il 21 giugno.  Sarebbero stati perpetrati violenti e ripetuti abusi su Anthony Avalos nella casa di Lancaster nel deserto del Mojave, a nord di Los Angeles, dalla madre del ragazzino e dal fidanzato di lei. La tortura includeva sbattere il bimbo sul pavimento della camera da letto, frustandolo con una cintura e un cordino, versandogli in bocca della salsa bollente e vietandogli di usare il bagno.

Otto fratelli hanno assistito e sono stati costretti a prendere parte ad alcuni degli abusi, e, secondo le prove acquisite, avrebbero combattuto contro Anthony. Heather Maxine Barron, 28 anni, e il suo fidanzato, Kareem Ernesto Leiva, 32 anni, sono stati arrestati con l’accusa di tortura e omicidio. Dopo la morte di Anthony, le autorità hanno allontanato gli altri otto bambini – di età compresa tra 11 mesi e 12 anni – da casa. Sono affidati ad assistenti sociali della contea. Se condannata, la madre di Anthony rischia fino a 22 anni di prigione. Il suo fidanzato potrebbe essere condannato a 32 anni. Quando Anthony è arrivato in ospedale, il suo cuore si è fermato. Aveva una lesione cerebrale traumatica ed un’emorragia cerebrale in corso, affermano i documenti del tribunale. Aveva anche occhi arrossati e numerosi lividi, tagli e graffi sulla fronte, naso, bocca, guancia, collo, gambe, spalle, fianchi, schiena, glutei, stomaco, caviglia, gambe e piedi. I funzionari della contea per l’assistenza ai minori hanno ricevuto una dozzina di segnalazioni di sospetti maltrattamenti sul bimbo dal 2013 fino al 2016.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net