lunedì, Novembre 29, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Torna Lectus, l’unica manifestazione dove a leggere è una intera città

Torna Lectus, l’unica manifestazione dove a leggere è una intera città

Teramo – La seconda edizione sviluppa un percorso che struttura gli aspetti più interessanti emersi nel corso della prima edizione: la partecipazione collettiva e “popolare” alle letture ad alta voce e l’interazione con i luoghi.

Dentro questa combinazione si rintracciano gli elementi di una socialità e di una condivisione che sono gli elementi più forti del progetto che da subito ha deciso di oltrepassare il concetto del reading letterario per trasformare la lettura in una occasione di riflessione collettiva su temi di carattere universale.

L’edizione 2018 (che cade nel cinquantenario del ’68, data simbolo di un’epoca di grandi mutamenti sociali, artistici, culturali e politici) si lascia quindi ispirare da due temi portanti: la bellezza e il cambiamento, mantenendo fermo il suo obiettivo di fondo: Lectus vuole sollecitare la conoscenza per allargare la nostra visione del mondo.

Attorno a queste suggestioni Lectus costruisce un percorso di conoscenza selezionando, come già accaduto nell’edizione 2017, non solo brani di letteratura, ma anche saggi, servizi giornalistici, canzoni, poesie, estratti da libridi testo, tesi scientifiche, letteratura di viaggio.

Alla conferenza stampa intervengono il presidente del Comitato di Quartiere di San Berardo, Franco De Angelis; il direttore artistico e ideatore Renato Pilogallo; la curatrice Pina Manente; i rappresentanti delle istituzioni che sostengono la manifestazione e fra questi il sindaco Gianguido D’Alberto; il consigliere regionale delegato alla Cultura, Luciano Monticelli; il presidente del Bim, Moreno Fieni; i rappresentanti della Fondazione Tercas; il presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino; l’assessore regionale al Turismo Giorgio D’Ignazio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net