sabato, Dicembre 4, 2021
Home > Abruzzo > Torna ad Atri “Stills of Peace and Everyday Life”

Torna ad Atri “Stills of Peace and Everyday Life”

Progetto internazionale quest’anno dedicato al confronto con il Marocco

 ATRI. Al via oggi – sabato 7 luglio 2018, alle 18,30 – con la presentazione nel Cortile di Palazzo Acquaviva ad Atri, la V edizione di Stills of Peace and Everyday Life, progetto internazionale della Fondazione Aria, finalizzato a costruire una connessione tra l’Italia e le diverse culture nel mondo. Il progetto, dopo aver creato un saldo gemellaggio con Pakistan, Spagna, Francia, Cina, quest’anno incontra l’arte e la cultura del Marocco, un paese dai mille colori e dalle mille sfaccettature che, sin dai tempi delle Repubbliche Marinare, ha sempre avuto importanti relazioni e scambi sia commerciali che culturali con l’Italia. Anche quest’anno Stills of Peace conferma il prezioso connubio con il Comune di Atri e si avvale di prestigiose collaborazioni. Tra i sostenitori del progetto anche la Fondazione Tercas. Presente domani all’inaugurazione anche l’Ambasciatore del Marocco Hassan Abouyoub.

Oggi alle 18,30 nel Cortile di Palazzo Acquaviva partirà la Ma.Co/Maratona del Contemporaneo, una kermesse che fino al 9 luglio, ospiterà gli artisti e i curatori delle mostre per un focus dedicato alla produzione artistica, e che accoglierà anche galleristi, giornalisti e operatori della cultura per accendere un confronto con il pubblico e con le istituzioni sul tema delle dinamiche interculturali e dell’integrazione sociale attraverso i linguaggi artistici contemporanei. Ad Atri saranno inaugurate le mostre “Materia Prima” diFatiha Zemmouri, a cura di Paolo De Grandis con il coordinamento di Carlotta Scarpa, PDG Arte Communications, in collaborazione con Galery38 di Casablanca, e “Infinitamente” di Alberto Di Fabio, a cura di Antonio Zimarino. Alle 20,30 nel Museo Archeologico sarà la volta di “Amazigh: Berberi del Marocco” di Luciano D’Angelo a cura di Sandra Fioree di ‘Come una magia’ di Paolo Dell’Elce nell’ambito del progetto Stills of Peace for Children patrocinato dall’Unicef. A seguire si terrà un aperitivo nel giardino del Museo Archeologico di Atri.

La quinta edizione di SoP coinvolge anche un’altra sede, lo splendido Museo Barbella di Chieti dove domenica 8 luglio alle 19,30 ci sarà l’openinig di “Depth of the sea” di Fathiya Tahiri a cura di Paolo De Grandis con il coordinamento di Carlotta Scarpa,PDG Arte Communications in collaborazione conGalery38 di Casablanca. Lunedì 9 luglio si torna ad Atri, per l’ormai immancabile e apprezzatissimo appuntamento con il cinema in lingua originale con sottotitoli in italiano. L’inaugurazione della rassegnaCineMorocco a cura di Pino Bruni, è alle 20,30 nel Cortile di Palazzo Acquaviva con la proiezione del film di Faouzi BensaldiWWW: What a Wonderful World” a ingresso gratuito. Le mostre saranno visitabili fino al 2 settembre.

Sono molto orgoglioso e fiero di riproporre anche quest’anno ad Atri – commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Atri, Domenico Felicioneun progetto dall’alto valore culturale che si avvale di partnership prestigiose e importanti e che consente in ogni edizione di conoscere altri paesi attraverso il linguaggio artistico, uno strumento fondamentale per abbattere le barriere mentali e favorire l’incontro tra diverse culture. Sarà un onore ospitare l’Ambasciatore del Marocco, i curatori delle mostre e tutti gli artisti coinvolti. Ringrazio la Fondazione Tercas e la Fondazione Aria e tutte le importanti realtà coinvolte per la riuscita di questa importante e valida iniziativa”.

Per consultare il programma nel dettaglio e per maggiori informazione su SoP 2018http://www.stillsofpeace.com/stills-of-peace-2018-2/