sabato, Novembre 27, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > SOLO FUMO: il tour estivo unplugged di Sandro Petrone in 4 regioni italiane (13 luglio – 7 agosto)

SOLO FUMO: il tour estivo unplugged di Sandro Petrone in 4 regioni italiane (13 luglio – 7 agosto)

Attraverso un concept-album di musica, immagini e parole, un inviato di guerra e conduttore della tv italiana racconta il percorso di fuga e di rientro in Italia, tra il ’68 e oggi, con la riscoperta di valori umani e difetti del nostro Paese. Questa è la strada artistica prescelta da Sandro Petrone per interconnettere la sua duplice attività, artistica e professionale, nell’ultimo lavoro discografico SOLO FUMO che verrà presentato a breve nel suo primo tour estivo.
In conversazioni ed esibizioni live, sia solo sia con la band dell’album, Sandro toccherà nell’arco di due settimane ben quattro regioni: si comincia venerdì 13 luglio con Civitanova Marche dove, presentato da Gianna Angelini, sarà ospite dell’Emporio Quacquarini, per proseguire al Premio Pigro nel teramano il 15 luglio e, successivamente, esibirsi insieme a Federica Baioni nell’ambito della rassegna “Parole in…chiostro” di Arcevia nell’anconetano. Il 27 luglio Petrone presenterà l’album insieme ai suoi musicisti e all’arrangiatore Martino De Cesare nel territorio pugliese delle 100 masserie alla tarantina Green Academydi Crispiano mentre il 4 agosto interverrà al festival delle Torri a Cava de’ Tirreni, in costiera amalfitana, per ricevere il premio “Ambasciatore di pace” con la motivazione “per l’impegno come inviato speciale e di guerra per la divulgazione dei più importanti avvenimenti che hanno cambiato il nostro mondo”. Appendice, infine, ad Ischia dove Sandro terrà un incontro a due voci con la scrittrice naturopata Cristina Settanni dal titolo Fiori del bene e canzoni di vita.
Il tour di Sandro Petrone, tra chiacchiere e musica dal vivo, proseguirà poi a settembre nelle Librerie Feltrinelli di Roma e Milano.

La via del ritorno di cui parla l’album SOLO FUMO chiude un ciclo cominciato negli anni Sessanta con la musica, popolare e d’autore, che raccontava l’Italia di allora in fermento e attraversata dal terrorismo. Poi, il racconto è diventato giornalistico e si è spostato all’estero per sfuggire alle logiche politiche italiane e vivere i grandi avvenimenti, dalla caduta del blocco sovietico, alle grandi guerre, fino alla stagione del terrorismo. Alla vigilia di Tangentopoli, diventato inviato all’estero, Sandro Petrone per oltre vent’anni si è impegnato particolarmente tra i grandi conflitti in Medio Oriente e gli Stati Uniti. È poi rientrato in Italia quattro anni fa. E allora il cerchio si è chiuso, nel confronto con la straordinaria dimensione umana della gente e con i difetti mai corretti nel nostro sistema Paese. L’album SOLO FUMO, distribuito online da Feltrinelli, vuole essere dunque espressione del recupero di rapporti interpersonali, passioni e valori dopo il decennio di inaridimento social e web, raccontando attraverso nove canzoni proprio questo ritorno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net