giovedì, Dicembre 9, 2021
Home > Marche > Festa della Montagna 2018: un grande week end di sport e di festa per il Monte Nerone

Festa della Montagna 2018: un grande week end di sport e di festa per il Monte Nerone

Torna domenica 15 luglio l’atteso appuntamento con la Festa della Montagna, evento nato dalla collaborazione delle Pro Loco del territorio per valorizzare una delle montagne più affascinanti dell’Appennino Pesarese, giunta alla 14a edizione, che celebra il Monte Nerone come paradiso naturalistico e luogo di incontro speciale per tutti gli amanti della natura, dello sport e della convivialità. Un Monte Nerone simbolo di tutto l’Appennino, catena montana che è un vero tesoro di natura, saperi, genti e idee. La spina dorsale del paese da tutelare e valorizzare.

La Festa della Montagna è un evento speciale anche perché nasce da una virtuosa collaborazione tra le Pro Loco di Apecchio, Pianello, Piobbico, Secchiano e Serravalle di Carda, unite con i loro volontari per promuovere l’intero territorio sotto l’etichetta comune di Pro Nerone.

Il programma della festa è come sempre ricchissimo: in primis le escursioni e passeggiate a piedi, in bicicletta, a cavallo per godersi la montagna con la giusta lentezza. E poi tantissime altre attività sportive e ludiche come arrampicata, scivolo con gommoni, tiro con l’arco, volo di aquiloni, discesa in grotte e forre, esibizioni di falconieri e per i più piccoli il ludobus con tanti giochi.

La novità del weekend della Festa 2018 è una tre giorni dedicata all’orienteering, promossa dai comuni del territorio del Monte Nerone con il contributo dell’Unione Montana Catria Nerone. L’evento è stato intitolato 1525 Monte Nerone Orienteering, e prevede tre gare: le prime due sabato, al centro di Città di Castello e nel pomeriggio al centro del borgo di Apecchio. La conclusione domenica in cima al Monte Nerone, a quota 1525 metri sul livello del mare. La gara di Apecchio e quella del Nerone sono valide per il Campionato Regionale TO/MA. La manifestazione ha riscosso grande successo con oltre 100 iscrizioni, sia dalle Marche che da fuori regione.

L’orienteering è una disciplina che appassiona sempre più gli sportivi, si pratica negli spazi aperti in ambienti naturali oppure nei centri storici o nei parchi cittadini, e premia chi riesce ad esplorare con sicurezza un territorio sconosciuto. Le gare sono a tempo e i partecipanti devono interpretare una mappa per raggiungere i punti di controllo con il percorso migliore. L’orienteering è un valido strumento di educazione ambientale, fondamentale per vivere al meglio i nostri splendidi luoghi.

La Festa della Montagna inizia domenica mattina con un’escursione, alle ore 11,00 la Santa Messa in quota officiata da Don Marco Presciutti. A seguire l’apertura degli stands gastronomici che prepareranno le gustose specialità tipiche locali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net