venerdì, Ottobre 22, 2021
Home > Marche > Pesaro, Sabrina Malipiero conosceva il suo assassino

Pesaro, Sabrina Malipiero conosceva il suo assassino

< img src="https://www.la-notizia.net/coltellate" alt="coltellate"

PESARO – E’ stata uccisa nella sua abitazione. Ormai non ci sono più dubbi in merito. Sabrina Malipiero, 52  anni, è stata rinvenuta cadavere nel proprio appartamento in via Pantano. Ad effettuare la macabra scoperta il figlio 24enne, che ha trovato il corpo riverso in un lago di sangue. Era andato a trovarla. Gli inquirenti sono convinti che si tratti di omicidio. Sabrina Malipiero era commessa in un supermercato, separata e madre di due figli. Il decesso sembrerebbe risalire alla scorsa notte. L’elemento che fa riflettere è che nella sua abitazione non sono stati rilevati segni di effrazione. Inoltre, secondo quanto è stato possibile apprendere, il killer sarebbe fuggito a bordo dell’auto della vittima. Elemento che potrebbe far pensare che la vittima conoscesse il proprio carnefice. Sabrina Malipiero ha aperto la porta al suo assassino. E’ stata trovata morta riversa in una pozza di sangue all’interno della propria casa al secondo piano di una palazzina in via Pantano, civico 89. L’abitazione è stata posta sotto sequestro. La morte della donna sarebbe stata provocata da diversi colpi inferti alla testa con un corpo contundente. Ma, dalle evidenze sul corpo, si desume che il killer abbia infierito anche con un’arma da taglio. Alcuni testimoni riferiscono di aver notato la luce accesa in casa all’una di notte. Ma non si sono avvertiti rumori né grida.  L’assassino sembrerebbe avere le ore contate. E’ fuggito a bordo dell’auto della vittima, una Daewoo Matiz nera.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net