giovedì, Dicembre 3, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Tavola Rotonda “Il Futuro accessibile, il Patrimonio Culturale e il Turismo per tutti”

Tavola Rotonda “Il Futuro accessibile, il Patrimonio Culturale e il Turismo per tutti”

Tavola Rotonda “Il Futuro accessibile, il Patrimonio Culturale
e il Turismo per tutti”

sabato 21 luglio ore 17.30
Piazza Grande – Borgo Maggiore

La dichiarazione dell’anno 2018 quale “Anno Europeo del Patrimonio Culturale”, va a collocarsi nel contesto dell’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile 2030 e tutte le Iniziative che si stanno promuovendo nel vecchio Continente per tale occorrenza tendono a sostenere un cambiamento forte nelle politiche, nelle pratiche commerciali e nei comportamenti dei consumatori, per un turismo più sostenibile.

Le direttrici verso cui convergono le principali raccomandazioni riguardano la crescita economica e sociale possibile, ovvero la riduzione della povertà favorendo l’occupazione e l’inclusione sociale, la promozione della pace, della sicurezza e della comprensione reciproca. L’attenzione massima ai cambiamenti climatici, la protezione dell’ambiente ed appunto, la tutela del patrimonio ed i valori culturali.

La competitività nel settore del Turismo oggi è strettamente legata dunque alla sua sostenibilità, intesa come strategia di sviluppo finalizzata alla valorizzazione responsabile del patrimonio umano, culturale, territoriale ed artistico. Ciò significa coniugare le esigenze economiche e sociali con la tutela non solo del paesaggio, della memoria dei luoghi, della cultura locale e dell’ambiente, ma anche dei Diritti della persona in modo tale che il Turismo diventi un forte catalizzatore per un cambiamento positivo.

San Marino sta attraversando una fase di recessione economica particolarmente difficile, ne siamo tutti pienamente consapevoli, tuttavia il fatto che ci siano poche risorse in rapporto alla mole di criticità esistenti da fronteggiare, non deve essere l’espediente per trascurare l’idea, l’esigenza, ma soprattutto l’opportunità della costruzione di una San Marino accessibile e inclusiva.

Concepire l’accessibilità come un onere è profondamente sbagliato: l’accessibilità è un’opportunità. Essa, infatti, innesca e consolida non solo un processo di sviluppo umano coerente, equo, sostenibile divenendo una risorsa collettiva, ma rientra in un concetto più esteso, aperto e oggettivo di economia.

Per quanto concerne le barriere architettoniche, a San Marino la pertinente normativa denominata “Testo Unico in materia urbanistica e edilizia”, è stata recentemente riformata prevedendo un censimento delle opere, strutture e costruzioni di proprietà dello Stato, lo stato di fatto al fine di individuare gli interventi prioritari e la redazione di un Piano pluriennale di intervento per l’eliminazione delle barriere architettoniche esistenti con le relative previsioni di spesa e l’istituzione annuale di un apposito capitolo di spesa nel Bilancio dell’AASLP. E’ inoltre in atto, la predisposizione del nuovo Piano Regolatore, il Progetto SM2030 che terrà conto sia della Mobilità Sostenibile e sia dell’Accessibilità, nell’ottica anche delle cosiddette Smart Cities. Le barriere come sappiamo però, non sono solo materiali e le difficoltà non sono solo di carattere motorio; ecco allora che anche per poter orientare, conoscere e far accedere con maggior facilità le persone con limitazioni non solo fisiche, ma cognitive o sensoriali, al Patrimonio Culturale, la tecnologia digitale può risultare un aiuto molto concreto. Basti pensare ad esempio, alle applicazioni mobili utilizzabili su dispositivi smartphone, che spaziano in diversi ambiti di utilità.

A San Marino potremmo avvalerci della nostra Università per sviluppare l’aspetto dell’Universal Design, quelle soluzioni progettuali cioè che sono usufruibili da tutti, che non costituiscono un costo aggiuntivo e che, in termini di capitalizzazione dell’investimento economico, rappresentano un elemento moltiplicatore sulla vendibilità di prodotti/servizi, adatti ad un target più ampio di clienti.

Discuteremo ovviamente di questo e di tanto altro, e lo faremo assieme al Direttore del Dipartimento Turismo e Cultura, Dott.ssa Gloria Licini che modererà, il Segretario di Stato al Territorio e al Turismo Augusto Michelotti, l’On.le Parlamentare Lisa Noja esperta di Accessibilità, Pete Kercher grande conoscitore del Design for All per il Patrimonio Culturale, il Professor Riccardo Varini dell’Università degli Studi di San Marino, la Presidente della Commissione CSD ONU Dott.ssa Maria Chiara Baglioni, la Dott.ssa Mahena Abbati ideatrice del Progetto “San Marino per tutti” e Roberto Vitali di “Village for All”, azienda specializzata in turismo accessibile.

L’Accessibilità non è uno strumento ma un processo, un percorso lungo e da seguire costantemente per renderlo adeguato alle diverse condizioni e necessità e come sempre, è fondamentale l’apporto di tutti.

Sono invitate le Istituzioni, i Partiti politici, i Servizi Pubblici, l’Ordine degli Architetti, dei Geometri e degli Ingegneri, Dirigenti Scolastici e Sindacali e la cittadinanza tutta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *