giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Italia > Di Maio annuncia: “La Rai libera dalla politica: domani votazione online dei membri del CDA”

Di Maio annuncia: “La Rai libera dalla politica: domani votazione online dei membri del CDA”

< img src="https://www.la-notizia.net/rai" alt="rai"

“Solo un’informazione indipendente può renderci liberi e vogliamo giornalisti non asserviti al partito di turno. Vogliamo una Rai che sia realmente un bene comune e faccia servizio pubblico, investendo nel proprio personale interno. Ricordiamoci che la Rai è la più grande azienda culturale del Paese e gli italiani sono i datori di lavoro dell‘azienda. Domani, a tal proposito, ci sarà un’importante votazione su Rousseau. Mi raccomando, vi chiedo di partecipare e passare parola”.

“L’obiettivo – si legge nel Bog Cinque Stelle –  è quello di far evolvere la Rai verso un modello di moderna media company che punti sul digitale e sull’innovazione e ne sappia cogliere le sfide, privilegiando prodotti multimediali di qualità e puntando a un’informazione in cui il rigore delle notizie prevalga sui contenitori di commento. Strategica sarà infine la componente industriale, attraverso la valorizzazione dei centri di produzione rispetto agli appalti esterni, delle risorse interne rispetto a quelle esterne. La Rai che vogliamo sarà imparziale e indipendente a partire dalla governance e ci batteremo affinché questo corollario non venga derubricato solo a buona intenzione. La legge di riforma, approvata nel 2015, prevede un Consiglio di amministrazione ridimensionato da 9 a 7 componenti. Per la prima volta non toccherà alla Commissione di Vigilanza, ma saranno la Camera e il Senato a eleggere 2 componenti per parte. Altri 2 membri saranno scelti dal Consiglio dei Ministri, mentre un altro verrà designato dall’assemblea dei dipendenti dell’azienda. Il Parlamento sarà chiamato quindi a scegliere 4 nomi tra coloro che hanno inviato il proprio CV nell’ambito della procedura di selezione pubblica prevista dalla legge.

Il MoVimento domani dalle 10 alle 19 sceglierà attraverso una votazione online su Rousseau i suoi candidati. E’ stata fatta una prima scrematura e sono stati individuati dei profili pronti ad impegnarsi nella realizzazione della nostra visione di tv pubblica facendo del merito il principale criterio di selezione. I profili più votati saranno quelli che il MoVimento esprimerà in Parlamento anche in relazione a dove si sono candidati (alcuni profili lo hanno fatto solo in uno dei due rami del parlamento) e tenendo conto della rappresentanza di genere. Ogni iscritto potrà esprimere una sola preferenza”.

Di seguito, in ordine alfabetico, i nomi dei candidati che saranno domani in votazione:
– Paolo Cellini
– Beatrice Coletti
– Paolo Favale
– Claudia Mazzola
– Enrico Ventrice

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net