mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Marche > Sibillini e Gran Sasso, divorati 24 ettari di suolo. Maglia nera in Italia

Sibillini e Gran Sasso, divorati 24 ettari di suolo. Maglia nera in Italia

sibillini

Sono 24 gli ettari del Parco nazionale dei Monti Sibillini, di suolo consumato nel 2017. Lo stesso per il parco del Gran Sasso e Monti della Laga con altri 24 ettari di territorio impermeabilizzati, in gran parte dovuti a costruzioni ed opere successive ai recenti fenomeni sismici del Centro Italia. Emergono anche questi dati nel rapporto ISPRA-SNPA 2018 sul consumo del suolo in Italia. Ed è in effetti un consumo di suolo ad oltranza quello che in Italia continua ad aumentare, nonostante la crisi economica. Tra nuove infrastrutture e cantieri (che da soli coprono più di tremila ettari), si invadono aree protette e a pericolosità idrogeologica sconfinando anche all’interno di aree vincolate per la tutela del paesaggio – coste, fiumi, laghi, vulcani e montagne – soprattutto lungo la fascia costiera e i corpi idrici, dove il cemento ricopre ormai più di 350 mila ettari, circa l’8% della loro estensione totale (dato superiore a quello nazionale di7,65%).
La superficie naturale si assottiglia di altri 52  km2 negli ultimi 365 giorni. In altre parole, costruiamo ogni due ore un’intera piazza Navona.

Tutto questo ha un prezzo e ammonta a circa 1 miliardo di euro se si prendono in considerazione solo i danni provocati, nell’immediato, dalla perdita della capacità di stoccaggio del carbonio e di produzione agricola e legnose degli ultimi 5 anni. La cifra aumenta, se si considerano i costi di circa 2 miliardi all’anno, provocati dalla carenza dei flussi annuali dei servizi ecosistemi che il suolo naturale non potrà più garantire in futuro (tra i quali regolazione del ciclo idrologico, dei nutrienti, del microclima, miglioramento della qualità dell’aria, riduzione dell’erosione). La quantità di suolo divorato sui Sibillini  è notevolissima tanto che il rapporto lo definisce la “maglia nera” dell’inarrestabile consumo di terra in tutto il paese.