martedì, Settembre 21, 2021
Home > Marche > Ascoli Piceno, droga e capi contraffatti: un arresto e due denunce

Ascoli Piceno, droga e capi contraffatti: un arresto e due denunce

Nelle giornate appena trascorse i Carabinieri di Ascoli Piceno hanno effettuato una serie di controlli coordinati nei territori del Capoluogo di Provincia, Appignano, Montemonaco e Arquata del Tronto.

La particolare attività, che ha visto impegnate 10 pattuglie, di cui 1 a bordo dei motocicli di ultima generazione, ha consentito di monitorare gli avventori in orario serale e notturno dei principali centri di aggregazione quali i centri commerciali e le zone industriali, già teatro nei mesi precedenti di alcuni episodi di furto in danno di abitazioni ed esercizi commerciali.

I controlli sono stati effettuati in prossimità dei centri commerciali e delle sale cinematografiche, alla luce del notevole afflusso di persone agli spettacoli serali e notturni. Infatti l’assenza dalle abitazioni, le numerose auto lasciate incustodite in grandi parcheggi rappresentano una attrattiva i soggetti mal intenzionati.

In particolare data la concomitanza di vari eventi quali i concerti di Risorgimarche, la “Notte Bianca” in Ascoli e la “Sagra della Trebbiatura” , i controlli si sono concentrati sul commercio abusivo di marchi contraffatti. Infatti la mole di turisti e curiosi, affluiti in gran numero nel territorio marchigiano, sono spesso vittime di incauti acquisti di materiale palesemente contraffatto.

Circa cento le persone identificate ed 110 autovetture controllate che hanno consentito l’elevazione di contravvenzioni per svariati motivi, dalla guida senza patente all’uso del cellulare alla guida.

Nello specifico la Stazione Carabinieri di Appignano ha tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di carcerazione, C.L., originario della Basilicata, per pregressi precedenti di spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri di Montemonaco hanno invece denunciato a piede libero un 37enne nigeriano, trovato in possesso di vari capi di abbigliamento contraffatti. Lo straniero, formalmente residente in San Benedetto del Tronto, si era spostato nell’entroterra attratto dal doppio concerto di Risorgimarche, a Force e a Montemonaco, ed era pronto a smerciare i suoi capi di abbigliamento contraffatto. Probabilmente la vendita di vestiario, non era il suo solo “interesse”, atteso che nella sua autovettura venivano trovati anche arnesi da scasso.

In ultimo i Carabinieri di Arquata del Tronto deferivano un 73enne del luogo, che deteneva illegalmente ben due pistole e due fucili, poiché l’Ufficio di Sorveglianza di Macerata ne aveva , già dai primi di luglio, revocato la facoltà di detenzione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net