mercoledì, Novembre 25, 2020
Home > Italia > Kaos è stato ucciso: l’indicibile crudeltà degli uomini che lui stesso salvava

Kaos è stato ucciso: l’indicibile crudeltà degli uomini che lui stesso salvava

< img src="https://www.la-notizia.net/kaos" alt="kaos"

 di Lucia Mosca

Kaos è stato ucciso. Ci sono momenti – tanti ultimamente a dire la verità – nei quali mi vergogno di fare parte del genere umano. Questo è uno di quelli. Rabbia mista a dolore e senso di impotenza mi annebbiano mentre scrivo questo articolo, che non vuole essere un pezzo di semplice cronaca.  Questo bellissimo esemplare di pastore tedesco, che salvava gli esseri umani, cane eroe Amatrice, Norcia e Campotosto, è stato avvelenato. Un gesto insensato, orribile, paradossale. Che non merita né pietà né comprensione. Si è trattato di pura crudeltà. Magari qualcuno si è anche divertito. Il termine esseri umani presupporrebbe sensibilità e anima. Ma in questo caso, è evidente, hanno agito persone che un’anima non ce l’hanno. E che se, come si spera, verranno individuate e rintracciate, dovranno pagare a caro prezzo questo gesto infame. Non c’è nulla di peggio che tradire l’innocenza e la fiducia. E Kaos degli uomini si fidava. Li salvava. “Presenteremo una denuncia e chiederemo al governo una legge che vieti la vendita ed il commercio di veleni e fitofarmaci, se non con ricetta che renda rintracciabile chi li compra” Così in una nota Rinaldo Sidoli, responsabile comunicazione della onlus Animalisti Italiani, che aggiunge: “Chi ha posto fine alla sua vita è un criminale pericoloso che va fermato. Non ci daremo pace fino a quando non verrà fatta giustizia”.  Il corpo di Kaos è stato rinvenuto da Fabiano Ettore, il suo istruttore, nel giardino di casa a Sant’Eusanio Forconese, comune in provincia dell’Aquila. Ed ha affidato a Facebook questo messaggio: “Hai lasciato un vuoto incolmabile per mano di una persona meschina .. continua il tuo lavoro lassù continua a cercare dispersi, a salvare vite umane… Non provare odio per chi ti ha fatto ciò, anzi se un domani avrà bisogno aiutalo sii superiore e quanto ti guarderà negli occhi e vedrà che sei tu il suo Salvatore morirà lentamente da solo…. Kaos ne abbiamo.viste tante … aiutati tanti e tanti non ci siamo riusciti… hai lavorato giorno e notte, quando è servito non ti sei mai risparmiato .. sei stato un amico fedele abbiamo condiviso e diviso casa.. divano .. tutto .. corri amico mio corri non ti fermare un giorno ci abbracceremo nuovamente”. Ci si augura che dal mondo politico giungano risposte immediate e concrete a questa azione di indicibile ed ingiustificata crudeltà. Perchè nessuno deve sentirsi autorizzato né giustificato nel compiere gesti di questo tipo, soprattutto nei riguardi di esseri che non hanno la capacità di difendersi e che, sotto molti aspetti, sono molto più umani di noi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *