lunedì, Novembre 30, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “ROCKY III” martedì 31 luglio 2018

Il film consigliato stasera in TV: “ROCKY III” martedì 31 luglio 2018

Il film consigliato stasera in TV: “ROCKY III” martedì 31 luglio 2018 alle 21:15 su RAI 3

Rocky III è un film del 1982 diretto da Sylvester Stallone.

È il secondo sequel del fortunato Rocky del 1976 e, come il precedente episodio, è sceneggiato, diretto e interpretato da Sylvester Stallone. Prodotto nuovamente da Robert Chartoff e Irwin Winkler, il film vede un Rocky Balboa“civilizzato” che, dopo essere diventato campione del mondo dei pesi massimi, riceve la sfida del pugile afro-americano Clubber Lang.

La canzone Eye of the Tiger (eseguita dai Survivor) presente nel film ha avuto un grande successo, e tuttora si sente spesso sia in TV che nelle stazioni radiofoniche. Proprio per questo, nel 1983 ha collezionato due nomination in due delle cerimonie più importanti nel panorama cinematografico mondiale:Oscar e Golden Globe. In questo nuovo capitolo si aggiunge al cast Mr. T nel ruolo di Clubber Lang e il campione di wrestling Hulk Hogan nel ruolo di “Labbra Tonanti”.

Rocky Balboa, divenuto il nuovo campione mondiale dei pesi massimi, difende il titolo mondiale per ben dieci volte. Quando pensa di aver raggiunto oramai l’apice della sua carriera, Rocky decide di eseguire un show di beneficenza combattendo contro il wrestler Thunderlips (Labbra Tonanti); subito dopo questo show, Rocky va giorni dopo al Philadelphia Museum of Art e qui, sotto la sua statua, annuncia il suo ritiro definitivo dal pugilato.

Proprio nel momento in cui dichiara il suo ritiro, però, arriva un pugileafroamericano proveniente da Chicago di nome Clubber Lang, che lo sfida ad un incontro mondiale. Rocky rifiuta, ma Clubber lo provoca dicendogli che lo fa solo perché vuole scappare da lui. Così Rocky, in preda alla rabbia, accetta di rimettere in palio il suo titolo mondiale, ma Mickey lo pianta in asso, sicuro della sconfitta del suo allievo.

Rocky chiede al suo vecchio allenatore di aiutarlo solo per questa volta, promettendogli che dopo questo incontro si ritirerà: Mickey accetta. Il giorno del match, nel corridoio che precede l’entrata dello stadio, Clubber provoca una rissa e Mickey viene colto da un infarto. Rocky vorrebbe annullare l’incontro, ma il suo manager gli ordina di salire ugualmente sul ring e resta negli spogliatoi con Adriana.

Rocky affronta Clubber, ma è preoccupato per le condizioni di salute del suo manager e viene sconfitto al secondo round per K.O. perdendo così il titolo mondiale. Tornato negli spogliatoi, Rocky assiste impotente alla morte di Mickey.

Dopo aver partecipato al funerale, Rocky va nella vecchia palestra dove si allenava una volta e qui incontra il suo ex rivaleApollo Creed, che subito gli propone di fargli da allenatore per prepararlo alla rivincita contro Lang: Rocky accetta e parte insieme a lui, Adriana e Paulie per Los Angeles.

Apollo porta Rocky nella palestra dove ha iniziato, nella quale incontra il suo vecchio allenatore Tony Evers. Gli allenamenti però iniziano male, in quanto Rocky è chiuso in sé stesso, sentendosi colpevole per quello che è successo a Mickey. Dopo aver provato più volte a riportarlo alla ragione, Apollo abbandona Rocky a sé stesso cosicché possa riflettere. Si rende utile l’intervento di Adriana: così Rocky si sblocca psicologicamente e riacquista fiducia in sé stesso, allo stesso tempo Apollo lo allena in palestra, in spiaggia e in piscina, dove Rocky eccelle e mostra una grande capacità di colpi e di movimento.

Arriva il giorno del match. Rocky mette subito in difficoltà il campione coi suoi duri colpi insegnatigli da Apollo, e per tutto il primo round ha la meglio. Nel secondo round Rocky utilizza una tattica furba: incassa i colpi dell’avversario fino a stremarlo; così Rocky nel terzo round riesce a batterlo per K.O., riprendendosi così il titolo mondiale sotto gli occhi di Adriana.

Successivamente, Rocky restituisce il “favore” ad Apollo accettando la sfida di quest’ultimo: battersi in un terzo incontro tra di loro, che avviene in segreto, a porte chiuse. L’esito viene poi svelato nello spin-off Creed – Nato per combattere, dove Rocky ammette che il vincitore fu Apollo.

Regia di Sylvester Stallone

Con Sylvester Stallone, Talia Shire, Burt Young

Fonte; WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *