lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > San Benedetto, appuntamento con Una serata al mare. Le Marche e l’Europa nel 1851 secondo Elisabetta Bruti Liberati

San Benedetto, appuntamento con Una serata al mare. Le Marche e l’Europa nel 1851 secondo Elisabetta Bruti Liberati

San Benedetto del Tronto – Terzo appuntamento con Una sera al mare…parlando di… Venerdì Culturali al Circolo Vela. Il 3 agosto alle 21.30 si parlerà della pubblicazione: Dalle Marche all’Europa. Il Diario di Elisabetta Bruti Liberati in viaggio per Londra 1851. Lo faremo con la curatrice Donatella Fioretti e con Augusta Palombarini. Il diario ha una duplice valenza da un lato è una “scrittura di viaggio” attenta alla minuziosa descrizione di luoghi, cose, usanze; dall’altro un testo in cui possiamo cogliere le idee e la mentalità dell’autrice. Elisabetta non è alla ricerca di libertà dell’altrove, è in viaggio con due uomini, ma il suo è un viaggio di conoscenza e svago che la porta a scoprire un mondo nuovo, radicalmente diverso dal suo, non solo per il progresso della vita materiale (come l’acqua corrente nelle case) ma anche per usi e costumi: l’educazione dei ragazzi in Inghilterra, il ruolo diverso delle donne nel mondo del lavoro in Francia ed Inghilterra, l’attitudine al rispetto delle regole in Prussia. Il viaggio diventerà perciò, un implicito confronto tra l’ambiente della Marca e l’Europa, che rafforzerà, nella gentildonna, la percezione della propria identità come “italiana” e dall’altra come donna che registra la sua diversità apprezzandola e appagandosi di essere com’è.

Donatella Fioretti, già docente di Storia Moderna presso l’università di Macerata, movendo da iniziali interessi per lo studio della struttura socio-economica dell’area marchigiana, ha volto poi l’attenzione al ceto dirigente delle periferia pontificia nelle sue articolazioni istituzionali e nella sua composizione sociale. Un altro filone delle sue ricerche concerne la storia della cultura in una accezione comprensiva sia dell’evoluzione dell’alfabetizzazione e della scolarità nell’800 e nel primo 900, sia della circolazione delle idee nei ceti nobiliari pontifici del ‘700.

Il presente volume rientra negli interessi, maturati da tempo, per varie forme di “scritture dell’io” (lettere, diari, ecc.). in questo ambito ha pubblicato nel 2003 Una gentildonna romana nella bufera della rivoluzione. Lettere di Erminia Alborghetti alla figlia (1848-1849) e sta curando l’edizione del Diario spirituale del medico Boccanera e della sua corrispondenza col figlio.