domenica, dicembre 16, 2018
Home > Mondo > Attentato con droni esplosivi contro Maduro: illeso

Attentato con droni esplosivi contro Maduro: illeso

< img src="https://www.la-notizia.net/maduro" alt="maduro"

Fallito attentato, a Caracas, contro il presidente venezuelano Nicolas Maduro. Il capo dello Stato stava tenendo un discorso in occasione dell’81mo anniversario della creazione della Guardia nazionale quando alcuni droni carichi di esplosivo sono esplosi ferendo sette persone. Il ministro dell’informazione Jorge Rodriguez ha dichiarato che diversi ordigni sono esplosi vicino al leader socialista, ma che ne è uscito incolume. Era in piedi accanto a sua moglie Cilia Flores e diversi alti ufficiali militari per l’evento. Il Venezuela vive il quinto anno di grave crisi economica che ha portato l’emigrazione di massa. L’opposizione accusa Maduro per la carenza di cibo e medicine.

I droni, armati di esplosivo, sono volati verso Maduro mentre si rivolgeva ai soldati ma non l’hanno raggiunto, anche se non è chiaro se siano stati abbattuti o esplosi prematuramente. “Sono vivo e vittorioso”, ha detto il presidente socialista in un bellicoso discorso televisivo. “Tutto indica l’ultra-destra venezuelana in alleanza con l’ultra-destra colombiana, e il nome del [presidente colombiano] Juan Manuel Santos è dietro questo attacco”. La reazione del governo colombiano non si è fatta attendere: un funzionario dell’ufficio del presidente ha definito infondate le accuse di Maduro. Da parte sua, il capo dello Stato venezuelano ha inoltre sostenuto che alcuni dei finanziatori dell’attacco si trovano a Miami, augurandosi che il presidente americano Donald Trump sia “disposto a combattere i gruppi terroristici”.

Il panico si è scatenato durante la trasmissione in diretta della parata e del discorso, con Maduro e altri funzionari che guardavano il cielo dal podio mentre parlavano dell’economia. Si sentivano forti rumori sullo sfondo. L’audio si interrompe e la telecamera passa ad inquadrare soldati che si sparpagliano frettolosamente. La trasmissione viene poi bruscamente interrotta.

Un piccolo gruppo quasi sconosciuto che si fa chiamare ‘Soldati in T-shirt’ ha rivendicato il fallito attentato. Il gruppo ha scritto in un tweet che voleva colpire il presidente con due droni carichi di esplosivo, ma che i velivoli sono stati abbattuti dai soldati prima che potessero raggiungere il loro obiettivo. L’agenzia Ap, che riporta la notizia, sottolinea che non è stato possibile verificare in modo indipendente l’autenticità del messaggio. “Abbiamo dimostrato che sono vulnerabili”: recita il testo del tweet. “Oggi non ha avuto successo – prosegue -, ma è solo una questione di tempo”. Il gruppo non ha risposto a un messaggio inviato dalla Ap.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: