lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Italia > Atlantia S.p.A: “Ci spetta il riconoscimento del valore residuo della concessione”

Atlantia S.p.A: “Ci spetta il riconoscimento del valore residuo della concessione”

< img src="https://www.la-notizia.net/atlantia" alt="atlantia"

GENOVA – Il governo ha deciso di revocare la concessione alla società Autostrade. Atlantia risponde: “Ci spetta il riconoscimento del valore residuo”. Infuria la polemica. Sono proseguite nella notte le ricerche dei dispersi tra le macerie del ponte Morandi crollato martedì a Genova. Le squadre Usar e cinofile dei Vigili del fuoco non hanno individuato né recuperato altri corpi. Il bilancio resta quindi fermo a 39 morti e 16 feriti. I lavori si concentrano sotto le macerie del pilastro che sosteneva il ponte e nella zona della ferrovia, entrambe sull’argine sinistro del Polcevera. Le gru rimuovono i pezzi di cemento più grandi, poi le squadre Usar verificano l’eventuale presenza di auto o persone. “Mi trovo a Genova. Qui c’è rabbia per una tragedia annunciata e l’unico modo che abbiamo per onorare i morti è punire politicamente i colpevoli. Autostrade per l’Italia diceva che andava tutto bene e invece non è stato così.  Noi come prima cosa revocheremo le concessioni e poi inviteremo i vertici a dimettersi. Se non sono in grado di gestire le autostrade, le gestirà lo Stato”. Così Luigi Di Maio sul proprio profilo Facebook. Nel frattempo Atlantia rende noto che ha diritto ai proventi della concessione che con grande probabilità verrà revocata. Esplode la rabbia di Salvini e Di Maio:  “Atlantia (Autostrade) riesce ancora, con faccia di bronzo incredibile e con morti ancora da riconoscere, a parlare di soldi e di affari, chiedendo altri milioni agli italiani in caso di revoca della concessione da parte del governo dopo la strage di Genova. Dall’alto dei loro portafogli pieni (e dei loro cuori vuoti) chiedessero scusa e ci dessero i nomi dei colpevoli del disastro,che devono pagare.Il resto non ci interessa”. Lo scrive su Facebook il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini. Di seguito la nota ufficiale di Atlantia:  “Atlantia S.p.A., in relazione a quanto annunciato in merito all’avvio di una procedura finalizzata alla revoca della concessione nella titolarità della controllata Autostrade per l’Italia, deve osservare che tale annuncio è stato effettuato in carenza di qualsiasi previa contestazione specifica alla concessionaria ed in assenza di accertamenti circa le effettive cause dell’accaduto. Pur considerando che anche nell’ipotesi di revoca o decadenza della concessione – secondo le norme e procedure nella stessa disciplinate – spetta comunque alla concessionaria – prosegue il comunicato – il riconoscimento del valore residuo della concessione, dedotte le eventuali penali se ed in quanto applicabili, le modalità di tale annuncio possono determinare riflessi per gli azionisti e gli obbligazionisti della Società. Atlantia pertanto continuerà a supportare la controllata Autostrade per l’Italia nelle interlocuzioni con le Istituzioni in questa delicata fase avendo riguardo anche alla tutela dei propri azionisti ed obbligazionisti con una corretta e tempestiva informazione al mercato”.

“È chiaro – scrive su Facebook il premier Giuseppe Conte –  che ci sono responsabilità e la giustizia dovrà fare il proprio corso per accertarle. Ma il nostro Governo non può rimanere ad aspettare. Per questo abbiamo deciso di avviare le procedure di revoca della concessione alla società Autostrade, sulla quale incombeva l’obbligo e l’onere di curare la manutenzione del viadotto. Dovere del Governo è di fare viaggiare i cittadini in sicurezza. Tragedie simili non devono ripetersi. Mai più”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net