venerdì, Ottobre 22, 2021
Home > Marche > Redditi poveri: dove abbondano nelle province marchigiane

Redditi poveri: dove abbondano nelle province marchigiane

porto

Nel 2017 il 29,13% degli italiani ha dichiarato meno di 10mila euro. Va chiarito subito un aspetto: si tratta di redditi dichiarati, eventuali elusioni ed evasioni non sono ovviamente contemplate. Ma che dire dei comuni marchigiani? Semplificando la cosa vediamo dove risiedono la maggioranza dei “poveri” e dei “ricchi” all’interno delle province. In provincia di Pesaro/Urbino il comune con il maggior numero di contribuenti sotto i 10mila euro è Monte Grimano Terme dove sono il 40,89 a essere sotto la cifra simbolo. Invece a Urbino sono solo il 25,10%. Primo comune della provincia. Scendiamo ad Ancona dove il comune con più poveri, sempre se le dichiarazioni corrispondo alla realtà è Poggio San Vicino con il 33,33%. Anche in questo caso si tratta di un piccolo comune. Il più ricco è Polverigi con 21,20 % di dichiarazioni Irpef sotto i 10.000. Passiamo a Macerata: Monte San Martino, piccolo comune è in vetta con il 38,96%. All’ultimo posto quindi con meno poveri troviamo Recanati con il 25,92%. A Fermo il comune con la percentuale più alta è Monterinaldo con 41,80 di Irpef sempre sotto 10.000 euro. Quello che ne ha di meno è Montegranaro con il 25,76%. Ultima provincia Ascoli Piceno. Qui in vetta troviamo Arquata del Tronto dove il 47,66 dei contribuenti ha un reddito inferiore a 10.000 euro. Non si può prescindere in questo caso dalla tragedia provocata dal sisma l’anno prima della dichiarazione.Il comune che sta meglio è Folignano con il 28,64%. Diamo un’occhiata ora ai capoluoghi e alla altre città più importanti. Pesaro ha il 25,38%. Quindi sotto la media nazionale. Ancona il 24,11%,Macerata il 26,26%, Fermo il 29,73% e Ascoli il 28,47%. Le altre città: Fano il 29,13%, Senigallia il 26,86%, Osimo il 23%, Fabriano il 24,89%, Jesi il 22,62, Civitanova Marche il 29,89%, San Benedetto del Tronto con il 31,14% che risulta tra i grossi centri, quello con redditi più bassi. In generale emerge da questa comparazione dei dati, che il nord della regione è tendenzialmente più ricco del sud, mentre la provincia che sta meglio, economicamente parlando, è quella di Ancona.