domenica, Ottobre 24, 2021
Home > Abruzzo > Pescara, individuata dalla Guardia di Finanza evasione immobiliare per 350mila euro

Pescara, individuata dalla Guardia di Finanza evasione immobiliare per 350mila euro

rovigo
PESCARA – La Compagnia della Guardia di Finanza di Pescara, che opera sui comuni turistici costieri della  provincia, ha avviato un dispositivo di controlli fiscali sia nei confronti dei Bed & Breakfasts  che dei privati locatori di immobili in nero, a favore dei turisti. All’esito del ciclo operativo, tuttora in corso, sono già stati individuati 20 soggetti, tra privati  locatori di abitazioni ed esercenti attività di B&B, che hanno provveduto ad ospitare clienti,
evadendo al fisco i relativi introiti per circa 200.000 euro.
Quanto ai privati, omettendo di dichiarare per intero il corrispettivo dei canoni di locazione delle villette e delle case al mare in alcuni casi ovvero, in altri, dichiarando solo parte del  compenso pattuito. Nel caso dei B&B, sono stati accertati numerosi casi di soggiorni di  ospiti, senza emissione dei relativi documenti fiscali per i corrispettivi riscossi, così, sottratti
al fisco; Bed & Breakfast che, peraltro, già fruiscono di consistenti agevolazioni fiscali rispetto alle altre strutture ricettive alberghiere. Nell’ambito di tali controlli, è stata individuata anche una società esercente l’attività  immobiliare, nei cui confronti sono state rilevate operazioni immobiliari e costi indeducibili  per complessivi 150.000 euro di basi imponibili occultate al fisco. I controlli già avviati anche nella precedente annualità, proseguiranno in modo capillare  anche nel prosieguo della stagione, non solo a tutela dell’erario ma anche al fine di  contrastare la concorrenza sleale – derivante dai corrispettivi più convenienti a causa del  “nero” – consumata nei confronti degli operatori del settore che operano in piena legalità  economica e finanziaria e che dichiarano regolarmente i redditi conseguiti.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net