domenica, Gennaio 17, 2021
Home > Marche > Asili nido: in quanti ne usufruiscono nelle Marche

Asili nido: in quanti ne usufruiscono nelle Marche

teramo

Quanti sono i bambini che frequentano gli asili nido nelle principali località delle Marche? Secondo un’elaborazione dell’Infodata del Sole 24 Ore sui dati Istat del 2016, relativa i bimbi da 0 a 2 anni, si possono ricavare tutti i dati che ci interessano. Innanzitutto la media nazionale, che è dell’11,78%. A primo acchito emerge una sostanziale differenza tra le province del nord delle Marche con quelle più a sud. La percentuale più alta tra i comuni più popolosi è Osimo con il 35,4%. Segue Jesi con il 30,9%. Poi Senigallia (28,8%),  Ancona (27,1%), Urbino (26,1%). Solo adesso si scende geograficamente con Macerata (19%). Segue poi Fano (19%) Ascoli Piceno (16,2%) Fabriano (13,2%) Porto S’Elpidio (11,9%) e poi con cifre basse sotto la media nazionale Civitanova Marche (9,2%), San Benedetto del Tronto (9,2) e Fermo ultima tra i capoluoghi con 5,6%. Lo studio contiene una precisazione doverosa. I genitori non sono obbligati ad iscrivere il figlio nel comune di residenza. Di solito le graduatorie nei nidi comunali premiano i residenti rispetto a chi arriva da paesi o città limitrofe. Ma rimane questa libertà. Che spesso diventa scelta obbligata se nel proprio comune non esiste un nido. Da non trascurare è la disoccupazione, più alta in alcune zone come il Piceno per esempio, che può determinare scelte familiari come quella di tenerli a casa invece che lasciarli in un nido.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *