sabato, Dicembre 4, 2021
Home > Marche > Asili nido: in quanti ne usufruiscono nelle Marche

Asili nido: in quanti ne usufruiscono nelle Marche

mosciano

Quanti sono i bambini che frequentano gli asili nido nelle principali località delle Marche? Secondo un’elaborazione dell’Infodata del Sole 24 Ore sui dati Istat del 2016, relativa i bimbi da 0 a 2 anni, si possono ricavare tutti i dati che ci interessano. Innanzitutto la media nazionale, che è dell’11,78%. A primo acchito emerge una sostanziale differenza tra le province del nord delle Marche con quelle più a sud. La percentuale più alta tra i comuni più popolosi è Osimo con il 35,4%. Segue Jesi con il 30,9%. Poi Senigallia (28,8%),  Ancona (27,1%), Urbino (26,1%). Solo adesso si scende geograficamente con Macerata (19%). Segue poi Fano (19%) Ascoli Piceno (16,2%) Fabriano (13,2%) Porto S’Elpidio (11,9%) e poi con cifre basse sotto la media nazionale Civitanova Marche (9,2%), San Benedetto del Tronto (9,2) e Fermo ultima tra i capoluoghi con 5,6%. Lo studio contiene una precisazione doverosa. I genitori non sono obbligati ad iscrivere il figlio nel comune di residenza. Di solito le graduatorie nei nidi comunali premiano i residenti rispetto a chi arriva da paesi o città limitrofe. Ma rimane questa libertà. Che spesso diventa scelta obbligata se nel proprio comune non esiste un nido. Da non trascurare è la disoccupazione, più alta in alcune zone come il Piceno per esempio, che può determinare scelte familiari come quella di tenerli a casa invece che lasciarli in un nido.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net