mercoledì, Settembre 29, 2021
Home > Mondo > Lione, sfonda con l’auto due vetrate dello scalo al grido: “Allah Akbar”

Lione, sfonda con l’auto due vetrate dello scalo al grido: “Allah Akbar”

< img src="https://www.la-notizia.net/lione" alt="lione"

PARIGI – Oggi in Francia, il conducente di un’auto ha fatto incursione sulla pista dell’aeroporto di Lione gridando “Allahu Akbar” dicendo di essere l'”emissario di Dio”: è quanto riferisce una fonte di polizia citata dal Figaro online, precisando che l’uomo, di 31 anni, apparentemente in fuga da un controllo nella vicina autostrada, ha sfondato con la vettura due vetrate in cantiere dello scalo. Ad ora si registra un ferito e la vicenda ha causato l’arresto temporaneo di circa 50 voli e, quelli in arrivo, sono stati dirottati su Ginevra.

Il procuratore incaricato delle indagini è stato molto cauto con i media questo pomeriggio: “Ancora non possiedo elementi certi, precisi, esaustivi, anche se sembra che l’uomo abbia detto di essere stato inviato da Allah. Non abbiamo ancora verificato l’attendibilità di questi elementi.

L’uomo aveva rubato il veicolo sul quale viaggiava, una Mercedes classe S AMG, poche ore prima a Digione: se n’era impossessato aggredendo con violenza il suo proprietario mentre faceva rifornimento ad una pompa di benzina.

La fuga si è conclusa dopo circa 200 chilometri a Lione: la polizia ha cominciato l’inseguimento dopo avere ricevuto diverse segnalazioni di una macchina che percorreva contromano a grande velocità un tratto dell’autostrada A46.

Una giornalista di Euronews, Marcela Martínez, era a bordo di uno degli aerei che non sono potuti decollare: “Il comandante ci ha detto che non saremmo potuti partire a causa di un veicolo non identificato sulla pista, inoltre non siamo nemmeno potuti scendere dall’aereo perché mancava il personale a terra”.

La Redazione

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net