mercoledì, Aprile 14, 2021
Home > Italia > Sesto San Giovanni, 15enne sale sul tetto del centro commerciale per scattare un selfie: precipita e muore

Sesto San Giovanni, 15enne sale sul tetto del centro commerciale per scattare un selfie: precipita e muore

< img src="https://www.la-notizia.net/centro-commerciale" alt="centro commerciale"

SESTO SAN GIOVANNI – “La morte non ci fa paura la guardiamo in faccia”. Così aveva scritto su Instagram A.B., 15 anni,  commentando una foto che lo vedeva sul tetto di un condominio. Ieri è morto dopo essere salito in cima al centro commerciale Sarca con tre amici per scattarsi un selfie. Il giovane ha probabilmente perso l’equilibrio, precipitando da un’altezza di 25 metri e finendo in una condotta di aerazione.  Non è stato semplice per i Vigili del fuoco estrarlo di lì. Trasportato in ospedale, è deceduto poco dopo.

Gli amici di A.B. hanno riferito alla polizia che il loro intento era quello di mostrare attraverso il selfie di aver conquistato il punto più alto del cinema multisala “Skyline”, collocato all’interno del centro commerciale. Si sono così avventurati sulle rampe esterne delle scale antincendio, per poi salire sul tetto. Dopo aver scavalcato le recinzioni, il 15enne è però precipitato nel vuoto per finire in un condotto di aerazione. Gli amici, preoccupati dal fatto che non lo trovavano più, hanno quindi allertato i vigilantes. Ma per il giovane tutto si era già compiuto.

Tutti lo descrivono come un bravo ragazzo, anche se delle volte faceva cose prive di logica. Ma perché? Forse per affermarsi in un mondo in cui è sempre più difficile trovare la propria identità attraverso le cosiddette vie “normali. O forse perché, in una società sempre più dedita al culto dell’immagine, quello era per il ragazzo il solo modo per comunicare chi era e che cosa voleva. Lo sprezzo della morte, che poi ha purtroppo trovato, magari dipendeva solo da una percepita difficoltà di vivere e di guardare al futuro. Che ora, purtroppo, gli è negato per sempre

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *