sabato, Aprile 17, 2021
Home > Abruzzo > La regista Irene Dionisio oggi a Pescara

La regista Irene Dionisio oggi a Pescara

Oggi, giovedì 20 settembre 2018, sarà a Pescara la regista Irene Dionisio. La regista parteciperà alla proiezione del suo film-documentario “Fieres d’etre putes” che avverrà alle ore 17.30 all’AURUM di Pescara, intervenendo al dibattito con il pubblico presente in sala.

Con questo appuntamento inizia il ciclo di proiezioni “Verso il Festival Laicità Cinema” che si terranno a Pescara giovedì 20, 27 settembre e 4 ottobre 2018 presso l’Aurum e presso il Museo Colonna, incontri in preparazione delle tre giornate centrali del Festival del 19, 20 e 21 ottobre 2018.

Irene Dionisio nata a Torino, nel 1986. Laureata in filosofia estetica e sociale all’Università di Torino, ha frequentato il Master in documentarismo diretto da Daniele Segre e Marco Bellocchio, e il Master IED diretto da Alina Marazzi.
Attraverso l’associazione Fluxlab, di cui è socia fondatrice, cura progetti culturali e artistici su tematiche quali l’integrazione, le politiche culturali e le questioni di genere.
La sua produzione artistica include videoinstallazioni e documentari, fra cui Sponde, Nel sicuro sole del nord e La fabbrica è piena. Tragicommedia in otto atti. “Le ultime cose” è il suo primo lungometraggio di finzione. Dionisio è interessata a culture di genere e tematiche al femminile ed è la direttrice artistica di “Lovers”, festival cinematografico a tematica LGBTQI che si tiene a Torino.

FIÈRES D’ÊTRE PUTES di Irene Dionisio. In Francia successivamente al terzo “Pute Pride” finanziato da una prostituta parigina con i guadagni di una nottata di sesso sadomaso con un ministro, un gruppo di prostituti composto da trans, lesbiche, travestiti, etero tra i più noti del panorama parigino, hanno creato un sindacato in difesa dei diritti dei lavoratori del sesso, lo Strass. Un viaggio grottesco e toccante tra le minoranze che rispondono con fierezza e ombrelli rossi all’ipocrisia. Cinque personaggi per abbattere il tabù che sottende alla morale corrente.

 

Il ciclo “Verso il Festival Laicità Cinema” prosegue con le proiezioni

giovedì 27 settembre ore 17,30 Aurum sala Tosti
A CASA NON SI TORNA – storie di donne che svolgono lavori maschili
di Giangiacomo De Stefano e Lara Rongoni

giovedì 4 ottobre ore 17,30 Museo Vittoria Colonna
L’AMORE E BASTA di Stefano Consiglio (presente il regista)

Evento   https://goo.gl/uDEx9o (www.facebook.com/events/336307430274037)

Sinossi, schede, trailer https://goo.gl/3kjVV6 (www.webacma.it/fml-2018)

 
La rassegna Laicità CINEMA è curata dall’ A.C.M.A. Associazione Cinematografica Abruzzese.

L’A.C.M.A. è un’associazione senza scopo di lucro fondata nel 2000 che ha, tra le sue finalità, quelle di diffondere la cultura cinematografica ed audiovisiva. Si propone in particolare di accrescere – ampliandola – la fruizione delle molte attività multimediali esistenti nel territorio, promuovendo anche attività produttive cinematografiche e audiovisive di soggetto abruzzese.

Da oltre diciotto anni l’Associazione propone sul territorio regionale e locale tantissime iniziative, rassegne, festival, incontri. L’Associazione ha acquisito, a livello anche organizzativo, una grossa esperienza maturata anche nell’organizzazione del “Festival del documentario d’Abruzzo – Premio Internazionale Emilio Lopez”. Grazie a questo l’A.C.M.A. possiede un archivio di oltre seicento documentari. Nei tre appuntamenti verranno presentati – tratti dall’archivio – quelli che affrontano e sviluppano il tema della edizione di quest’anno del Festival mediterraneo della laicità: “Sesso e società. Che genere di ingiustizie?”.

L’ingresso è libero.

ACMA –  Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese

Via Firenze 99 – 65122 Pescara / Telefono: +39 085 4210031

Email: info@webacma.it

ACMA in internet: http://www.webacma.it   –   Festival in internet: http://www.abruzzodocfest.org/

ACMA su Facebook: /AssociazioneACMA   –   Festival su Facebook: /Abruzzodocfest

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *