venerdì, Ottobre 18, 2019
Home > Italia > Salvini a Tunisi per incontrare Fourati: “Massima collaborazione tra i due Paesi”

Salvini a Tunisi per incontrare Fourati: “Massima collaborazione tra i due Paesi”

< img src="https://www.la-notizia.net/tunisi" alt="tunisi"

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è atterrato a Tunisi, “felice di incontrare nuovamente il collega ministro dell’Interno tunisino Fourati“. “Abbiamo  – scrive su Facebook – confermato tra i nostri due Paesi massima collaborazione e impegno comune sui fronti dell’immigrazione, della sicurezza, della lotta al terrorismo, dello sviluppo economico”. Per il titolare del Viminale si tratta della prima missione nel paese nordafricano. Fra i temi al centro della visita la lotta al terrorismo e il contrasto alle migrazioni irregolari. I migranti tunisini risultano al primo posto nelle nazionalità dichiarate al momento dello sbarco in Italia. Secondo una tabella del Dipartimento di pubblica sicurezza aggiornata alle 8:00 di ieri, 26 settembre, in Italia sono sbarcati soprattutto cittadini tunisini (4.487), eritrei (3.047), sudanesi (1.595), pachistani (1.353), nigeriani (1.248), ivoriani (1.047), algerini (976), maliani (875), guineani (809). Per una parte dei rimanenti 4.234 migranti sono ancora in corso le attività di identificazione.

Al termine dell’incontro il vice premier rientrerà in Italia “dove stiamo lavorando a una manovra economica fondata sul lavoro, sulla crescita, sul taglio delle tasse e sul futuro. In attesa che il Decreto Sicurezza e Immigrazione a giorni arrivi finalmente in Parlamento”. Malgrado gli attacchi continui al proprio operato, Salvini si mostra ben deciso a proseguire sulla linea intrapresa. “L’Italia  – spiega – ha accolto negli ultimi anni 700mila immigrati da tutto il mondo, eppure continuiamo a subire lezioncine non richieste sull’accoglienza. Secondo la direttrice della Ong HRW (Osservatorio per i diritti umani) per l’Europa e l’Asia centrale, la signora Judith Sunderland, avrei addirittura un approccio DISUMANO. Secondo me, invece, a essere disumani sono gli scafisti. Gli insulti dei buonisti di sinistra sono tutte medaglie”. Il prossimo obiettivo che si pone il ministro dell’Interno è quello del taglio dei 35 euro al giorno.
“Risparmiamo un miliardo di euro  – scrive sui social – e lo usiamo per nuove assunzioni nelle Forze dell’Ordine.
Meno soldi per i furbetti dell’accoglienza, più sicurezza per i cittadini”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: