domenica, Ottobre 24, 2021
Home > Italia > Immigrazione, arrestato il sindaco di Riace

Immigrazione, arrestato il sindaco di Riace

< img src="https://www.la-notizia.net/riace" alt="riace"

Avrebbe favorito l’immigrazione clandestina. Le Fiamme Gialle di Locri hanno eseguito l’ordinanza di arresti domiciliari nei confronti del sindaco del comune di Riace (RC), Domenico Lucano, e il divieto di dimora per la sua compagna, Tesfahun Lemlem. Sotto la lente la gestione dei finanziamenti del ministero dell’Interno al comune di Riace per l’accoglienza di rifugiati e sull’affidamento del servizio raccolta rifiuti. Era diventato simbolo dell’accoglienza dei migranti.Per protesta fece anche sciopero della fame.

“Accidenti, chissà cosa diranno adesso Saviano e tutti i buonisti che vorrebbero riempire l’Italia di immigrati!
Io vado avanti. #portichiusi #cuoriaperti“.  Così commenta su Facebook il ministro dell’Interno Matteo Salvini. 

Questo scriveva invece Saviano sui social lo scorso 26 agosto: “Provate a fare un elenco di tutti gli argomenti utilizzati nella propaganda politica degli ultimi anni sull’immigrazione: gli immigrati invadono, portano malattie, tolgono lavoro, sono destinati a fare da schiavi o a diventare le nuove leve criminali.
Ebbene, a #Riace c’è la prova di quanto siano false queste asserzioni e in futuro tutte queste falsità sui migranti genereranno lo stesso indignato stupore che ora gli studenti provano quando scoprono l’apartheid, e che ci fu un tempo in cui uomini bianchi e uomini neri avevano bagni separati, in cui sui tram c’era uno spazio per i white vietato ai black. Ma non siamo ancora in quel futuro e oggi dobbiamo impegnarci: tocca alla nostra generazione smentire le bugie sovraniste e populiste e farlo con costanza. Venite a Riace, guardate con i vostri occhi e respirate quell’aria di libertà e di futuro.
Oggi si prova a far morire questo miracolo bloccando fondi, ecco le coordinate per sostenerlo noi”.

“Un pessimo risveglio – questo uno dei commenti comparsi sul profilo Facebook del sindaco di Riace –  questa mattina per la Calabria e l’Italia che resiste: Mimmo Lucano, sindaco di Riace, è stato arrestato, ai domiciliari, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Nella Calabria asfissiata dalla ‘ndrangheta e dalle sue logiche criminali, le istituzioni attaccano i simboli della resistenza e della solidarietà: ancora una volta ci vorrebbero indicare come “fuorilegge” gli ultimi e chi li difende. Dove siamo da sempre, ci troveranno: accanto a Mimmo, alla sua compagna, a Riace e alla sua comunità, a cui va tutta la nostra massima solidarietà.  Le parole, però, non bastano!
Per questo invitiamo tutta la cittadinanza reggina a un’Assemblea Straordinaria oggi pomeriggio, 2 ottobre, alle 18.30 presso la Casa del Popolo in via Gatto 25 (Rione Ferrovieri), per coordinarci e stabilire insieme come reagire e portare la nostra vicinanza a Mimmo Lucano. 
Quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere! Mimmo resisti! Riace resisti! Potere al Popolo – Calabria”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net