sabato, Ottobre 31, 2020
Home > Marche > Monteprandone, tributaristi al servizio delle imprese: intervista a Fabrizio Bordoni

Monteprandone, tributaristi al servizio delle imprese: intervista a Fabrizio Bordoni

< img src="https://www.la-notizia.net/bordoni" alt="bordoni"

Non è facile districarsi tra i meandri della legislazione fiscale italiana, considerata dagli esperti una delle più complicate al mondo. Le enormi difficoltà a muoversi tra i numerosi esercizi contabili, adempimenti e imposte rendono assolutamente necessario l’intervento di professionisti del settore degli adempimenti fiscali a favore degli utenti, sia essi privati cittadini che titolari di impresa. Abbiamo chiesto a Fabrizio Bordoni consulente tributario e Web Marketing Specialist dello Studio Bordoni di Consulenza Aziendale Professionale a Centobuchi di Monteprandone, di spiegarci come barcamenarsi nella “giungla” del fisco nazionale con le sue declinazioni locali e anche con le normative europee che non possono essere più trascurate.

Dottor Bordoni quanto è importante all’interno della legislazione fiscale italiana scegliere persone realmente competenti?

La legislazione fiscale italiana è storicamente molto complicata e da sempre in continua evoluzione. Affidarsi a persone veramente competenti, aggiornate ed innovative è l’unica strada percorribile da un’impresa sia per evitare problematiche fiscali sia per cogliere le opportunità che la legislazione offre ma in pochi colgono.

Come fa un’impresa a conoscere e sfruttare le agevolazioni fiscali  fornite in chiave europea, nazionale se non regionale?

Purtroppo anche sfruttare le agevolazioni fiscali che il più delle volte si manifestano in contributi a fondo perduto è molto complicato. Infatti la maggior parte delle volte non si riescono a sfruttare tutti i fondi che le istituzioni mettono a disposizione. Le motivazioni  sono riconducibili a due fattori principali: il primo alla pressante burocrazia intesa sia nella varietà di enti che si occupano della gestione delle risorse con conseguente proliferazione delle regole per la partecipazione, dall’altro dalla scarsa preparazione e poco aggiornamento di molti consulenti fiscali e tributari che non vanno oltre alle comunicazioni del 16 del mese. Il nostro studio si è strutturato in modo tale da offrire un servizio consulenziale  a 360° in modo da far cogliere ai nostri clienti tutte le opportunità che ci sono e soprattutto non far perdere loro i tantissimi soldi che l’Unione Europea mette loro a disposizione. Negli ultimi 8 mesi più di 50 dei nostri clienti hanno avuto accesso ai fondi per un ammontare complessivo di quasi 500.000€.

Quanta rilevanza hanno assunto negli ultimi anni le norme e i regolamenti relativi la privacy?

Negli ultimi anni le norme e i regolamenti per la privacy hanno appesantito di molto i vari adempimenti che le aziende devono affrontare. Il nuovo regolamento europeo in materia di privacy (GDPR 2016/679) ha rivoluzionato tutto il panorama precedente. Ricordiamo che è un regolamento che colpisce tutte le partite iva e le sanzioni sono altissime e possono superare i 20 milioni di euro. Negli ultimi mesi il nostro team ha partecipato a seminari e meeting con vari esperti del settore e questa esperienza ci ha permesso di elaborare una formula che si integra alla perfezione con le varie realtà aziendali. Le imprese che si sono affidate a noi in pochissimo tempo si sono messe in regola e  senza nessun stravolgimento delle loro attività. Abbiamo implementato questa formula proprio per risolvere e far superare ai nostri clienti con serenità questo ulteriore adempimento a loro carico.

Che vantaggi ci sono per un cliente privato o aziendale mantenere un rapporto costante e di lunga durata con uno studio di consulenza professionale? 

Oggi viviamo all’interno di uno straordinario cambiamento epocale e le aziende sono messe a dura prova dalle varie tecnologie che sono a  disposizione. Tra le varie novità che dovranno affrontare nei prossimi mesi la più importante riguarda l’obbligo dal 01/01/2019 della fatturazione elettronica. Il nostro studio è già pronto e ha già iniziato ad effettuare la formazione ai propri clienti in modo di evitare di farli incorrere in pericolose sanzioni. Per noi è vitale che i clienti si concentrino esclusivamente sul proprio lavoro in modo da evitare stress e perdite di tempo. Scegliere un partner solido, competente e aggiornato è  una questione cruciale che può minare la sopravivenza dell’impresa stessa. Per questo è un dovere più che un diritto per gli imprenditori scegliere il miglior consulente aziendale, e per poterlo fare è opportuno partire da semplici domande: Il mio consulente mi ha fatto mai ottenere un contributo a fondo perduto? Mi ha adeguato alla nuova normativa privacy? Mi ha informato dei vari passi che devo affrontare per farmi trovare pronto per la nuova fattura elettronica? Beh se anche una di queste domande non è positiva è arrivato il momento di guadarsi intorno.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *