sabato, Novembre 27, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Novità editoriale – Una breve storia del potere

Novità editoriale – Una breve storia del potere

< img src="https://www.la-notizia.net/potere" alt="potere"

Attraverso l’analisi delle diverse forme di organizzazione e gestione del potere, lo storico britannico Simon Heffer traccia in questo saggio una sua breve e illuminante storia. Per ricostruirne le traiettorie, dalla Grecia classica fino ai nostri giorni, l’Autore segue una narrazione concettuale e non cronologica, individuando quattro elementi chiave, quattro variabili fondamentali ricorrenti e sempre valide: TerritorioDioRicchezza Idee.

Spaziando dalla storia delle relazioni internazionali a quella delle istituzioni, dall’economia alla storia delle religioni, il testo si rivela anche una guida utile per comprendere la storia dello Stato moderno e il suo ruolo da protagonista sullo scenario internazionale, nonché l’origine della complessa architettura politica e sociale all’interno della quale si trova a vivere l’uomo contemporaneo.

Oggi il potere ha subito una metamorfosi, come scrive l’Autore nel Post scriptum per l’edizione italiana: “La destabilizzazione delle democrazie è stata provocata anche dall’uso di internet… Per quanto i mezzi di tali strategie siano nuovissimi, l’idea di una simile interferenza risale a secoli fa.”

“Questa metamorfosi – rimarca Lorenzo Castellani nell’Introduzione – non rende il potere meno pericoloso per le libertà individuali né tantomeno riesce a neutralizzare il politico, come l’estremizzazione delle forze politiche delle democrazie occidentali dimostrano.” Mentre sul fronte geopolitico, le democrazie liberali sembrano esporsi agli attacchi ideologici e militari del fondamentalismo islamico.

Nonostante il suo approccio liberale alla questione, Heffer esprime una concezione fondamentalmente realista. Egli tratteggia un duro affresco del potere politico e della sua correlazione profonda con il capitalismo nelle diverse fasi della storia, con un rimando implicito alla degenerazione delle democrazie in Stati totalitari e alle degenerazioni pericolosissime prodotte dall’eccessiva interrelazione tra capitalismo e statalismo, che può condurre fino al collasso del sistema economico e politico.

L’ordine liberale su scala planetaria? Può reggersi solo sull’equilibro di potere tra Stati, declinato in molteplici forme politiche, culturali, economiche e religiose. Ma, scrive Heffer a conclusione del saggio, “Il trionfo della democrazia liberale resta una vittoria incompleta. La civiltà democratica occidentale è sulla difensiva.”

 

Simon Heffer (Chelmsford, UK, 1960) è un giornalista e storico, ha studiato linguistica a Cambridge e ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia moderna presso la stessa Università. È stato vicedirettore del settimanale «The Spectator» e del quotidiano «The Daily Telegraph» di cui è attualmente editorialista. È inoltre culumnist del quotidiano «The Sunday Telegraph».

 

Simon Heffer, Una breve storia del potere, Liberilibri 2018, collana Altrove, traduzione di Cristina Ruffini, Introduzione di Lorenzo Castellani, pagg. XXX-174, euro 18.00, ISBN 978-88-98094-48-6.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net