lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Marche > Recanati, convegno PD: “L’innovazione a servizio dello sviluppo. Ripartiamo da qui”

Recanati, convegno PD: “L’innovazione a servizio dello sviluppo. Ripartiamo da qui”

< img src="https://www.la-notizia.net/recanati" alt="recanati"
RECANATI – “Ci siamo mai domandati come vorremmo fosse la nostra città? oppure come dovrebbe essere?  Intuitiva, facile da usare, maggiormente produttiva e di miglior interazione. Per arrivare a questo l’unica via è quella di pensare a modelli di sviluppo alternativi e innovativi rispetto a quelli tradizionali”. E’ il nocciolo centrale dell’accorato intervento dell’architetto Emanuele Mattutini venerdì sera nel partecipato teatro degli IRCER.  “Le istituzioni possono aiutare lo sviluppo economico, a Recanati ad esempio l’artigianato è un punto di riferimento ancora oggi molto significativo. Attraverso una mostra si
potrebbero riscoprire i nostri manufatti, dal passato al presente. Le grandi città lo stanno già facendo” prosegue Mattutini che vanta una pluralità d’esperienze internazionali “pensare ad una città smart e cioè intelligente, significa ad esempio usare l’innovazione per prepararla ai cambiamenti climatici. Ho apprezzato molto l’idea lanciata da Andrea Marinelli di unire i comuni della zona. E’ il modo più proficuo per creare sinergie e accrescere le potenzialità di un territorio che ha tante peculiarità e punti di forza.” Tornando a Recanati “riflettere sulla città non per singoli interventi ma avere un approccio globale a partire dalla viabilità”.  Interesse anche per la relazione dell’architetto Davide Severini che, in sintonia con Mattutini, ha spiegato come i piani regolatori di una volta siano ormai superati perché “separano la città come una scacchiera e non funzionano più, la smart city invece è quella che si avvale di strumenti tecnologici per monitorare sé stessa partendo dagli spazi pubblici fino ad arrivare alla pianificazione dell’evoluzione urbanistica”.
Il consigliere regionale Francesco Micucci, ex assessore all’urbanistica di Civitanova Marche, ha portato il suo contributo
sottolineando come la politica su questo tema ha visioni spesso molto differenti e questo incide notevolmente sulla qualità della vita dei cittadini: socialità, aree verdi, traffico e spazi di convivialità lo testimoniano. Ha moderato il segretario cittadino Andrea Marinelli che ha spiegato come la politica deve dedicare la massima attenzione agli
argomenti trattati.  Hanno aperto la serata i saluti del segretario provinciale Francesco Vitali.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net