mercoledì, dicembre 12, 2018
Home > Mondo > L’uragano Michael mette in ginocchio la Florida

L’uragano Michael mette in ginocchio la Florida

< img src="https://www.la-notizia.net/michael" alt="michael"

Almeno una persona è morta e centinaia di migliaia di persone sono rimaste senza elettricità. L’Uragano Micahel è arrivato mercoledì, intorno alle 2 di pomeriggio, come una tempesta di categoria 4, vicino a Mexico Beach , in Florida. E’ la più forte tempesta ad aver coplpito gli Stati Uniti continentali dopo l’uragano Andrew nel 1992. Michael ha distrutto le case, inghiottito porticcioli e ha lasciato cumuli di macerie dove un tempo sorgevano i centri commerciali. Adesso si è indebolito a categoria 2 ed è stato declassato a tempesta tropicale, e continua a martellare la Georgia con forti piogge e venti impetuosi. A partire da mercoledì sera, la tempesta è stata di circa 45 miglia a sud-sud-ovest di Macon.

L’uragano Michael ora dovrebbe continuare ad indebolirsi, ha affermato il National Hurricane Center, e diventare una tempesta tropicale  prima di trasferirsi nell’Atlantico. Nel frattempo, le inondazioni continuano lungo la costa del Golfo, dove alberi abbattuti stanno rendendo ancora più difficili le operazioni di salvataggio.
“Probabilmente andrò nelle zone colpite dall’uragano Michael domenica o lunedì”. Lo ha detto il presidente americano Donald Trump durante un incontro alla Casa Bianca con alcuni alti funzionari. Il tycoon ha spiegato di essere in contatto costante con il governatore della Florida, Rick Scott, e di non volere interferire con i soccorsi: per questo aspetterà qualche giorno prima di recarsi di persona nelle zone colpite.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: