mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home > Marche > “Pensioni d’oro” da tagliare. Quante sono nelle Marche?

“Pensioni d’oro” da tagliare. Quante sono nelle Marche?

< img src="https://www.la-notizia.net/pensioni" alt="pensioni"

Ancona – Quante sono le “pensioni d’oro” nelle Marche? Oggi è possibile rispondere in parte con un’ infografica elaborata dal Infodata del Sole 24Ore basate sulle somme indicate dall’Inps. L’intenzione è quella di incidere sugli assegni di importo superiore ai 4.500 euro mensili. Se cosi fosse queste peserebbe sullo 0,22% del totale delle pensioni erogate in regione. Altre cifre non sono state rese note. Ma vediamo il dettaglio delle province: Pesaro/Urbino (0,25%), Ancona (0,34%), Macerata (0,19%), Fermo (0,10%) e Ascoli Piceno (0,22%). Come afferma la ricerca, a livello nazionale con la sola eccezione della provincia di Roma, il taglio delle pensioni d’oro ipotizzato dal vicepremier Luigi Di Maio colpirebbe soprattutto nelle regioni del Nord Italia. Fuori dunque dal bacino elettorale del Movimento 5 Stelle, ma all’interno di quello della Lega. Che infatti, sul provvedimento rilanciato ancora ieri via Facebook dal capo politico pentastellato, non è mai stata granché entusiasta. A Milano il provvedimento inciderebbe sull’1,61% delle pensioni erogate. A Torino sullo 0,92%, a Genova sullo 0,82%.  A Roma sull’1,42%  mentre nelle grandi città del Sud come Napoli  solo sullo 0,28%; a Bari sullo 0,21% mentre  a Palermo sullo 0,25% delle pensioni. La provincia dove le pensioni d’oro sono ad appannaggio di pochissimi è Vibo Valentia dove vivono solo lo 0,02% di pensionati con la somma di denaro da tagliare.

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net