mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home > Mondo > Crimea, esplosione in un college: 18 morti

Crimea, esplosione in un college: 18 morti

< img src="https://www.la-notizia.net/crimea" alt="amnesty"

Le agenzie di stampa russe dicono che fino a 10 persone potrebbero essere state uccise e almeno altre 40 ferite da un’esplosione di gas naturale in un college in Crimea. Viene riferito che l’esplosione di bombole di gas si è verificata all’università professionale nella città di Kerch, nella parte orientale della Crimea, secondo i funzionari dell’emergenza locale. L’agenzia di stampa Interfax ha citato i funzionari locali dicendo che fino a 10 persone potrebbero essere state uccise e circa 40 altre potrebbero essere state ferite dall’esplosione, la cui causa non è ancora stata resa nota.  La Russia ha annesso la Crimea dall’Ucraina nel 2014, una mossa che ha innescato le sanzioni occidentali. Lo scoppio si sarebbe verificato nella mensa. Fonti del Cremlino fanno sapere che non è da scartare l’ipotesi di un attacco terroristico.

Aggiornamento delle 14.55:  Le prime immagini di un giovane di 22 anni,che ha sferrato l’attacco al college di Kerch con un bilancio provvisorio di 18 morti e 40 feriti, circolano su Telegram e riprese dalla tv russa. Il giovane teneva in mano un fucile di grosso calibro, e dopo la strage il suo corpo è stato ritrovato nella biblioteca al secondo piano.I testimoni raccontano anche di una forte esplosione avvenuta nella mensa. Gli inquirenti hanno classificato l’accaduto come “omicidio” e non terrorismo come supposto in un primo momento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net