martedì, Dicembre 1, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Venezia inaugura il CADEM, Codices and Ancient Documents Exhibit Museum di Scrinium

Venezia inaugura il CADEM, Codices and Ancient Documents Exhibit Museum di Scrinium

Scrinium apre una nuova finestra sul mondo, il 19 di ottobre inaugura i nuovi spazi espositivi nella propria sede di Venezia. Allo speciale opening del CADEMCodices and Ancient Documents Exhibit Museum di Scrinium, partecipano le delegazioni diplomatiche dell’America Latina e dei Caraibi che hanno accolto con entusiasmo l’invito a farsi testimoni presso i loro Paesi della ricchezza e bellezza dei progetti che Scrinium realizza per le grandi Istituzioni nazionali e internazionali.

Inaugurato in coincidenza con la visita dei delegati diplomatici dell’America Latina e dei Caraibi, il CADEMCodices and Ancient Documents Exhibit Museum di Scrinium,  con il suo importante e corposo nucleo di opere sarà aperto su appuntamento a tutti i privati cittadini, alle scuole, agli studiosi e agli appassionati che potranno trovare in un unico luogo il privilegio di ammirare e conoscere antichi documenti e codici altrimenti non consultabili.

Scrinium per l’apertura riservata del CADEM accoglierà in sede i rappresentanti delle Autorità civili e militari della Città di Venezia unitamente a Marisela MoralesLorenzo F. AlderisioSergio Efraín Morales Sosa, Segretario Generale del Gruppo Consolare dell’America Latina e i Caraibi nel nord Italia; Ministro Consigliere Ricardo Duarte, Console Generale dell’Uruguay a Milano; Augusto Salamanca Castro, Console Generale del Perù a Milano; Pedro González, Console Generale del Cile a Milano; Eva Gloria Chuquimia Mamani, Console Generale della Bolivia a Milano; Michelangela Vismara, Console delle Bahamas a Milano; Claudia Granati Buccellati, Console del Panama a Milano; Claudio Scarpa, Console dell’Uruguay a Venezia; Rebecca Lagares, Vice Console del Consolato Generale della Repubblica Dominicana a Milano; Joaquín Taveras, Vice Console del Consolato Generale della Repubblica Dominicana a Milano; Daniel Sigua, Official Media Partner del Gruppo Consolare dell’America Latina e i Caraibi nel nord Italia; Graziella Viglietti, Segreteria del Consolato del Messico a Venezia.

Dall’immenso e notevole patrimonio di alcune fra le più importanti realtà conservatrici, Scrinium, fin dalla sua nascita nel 2000, ha realizzato una serie significativa e ampia di progetti per la tutela e la promozione del patrimonio culturale ed artistico.

Ad attendere ospiti illustri e visitatori nel nuovo spazio espositivo permanente vi sarà il nucleo di gioielli editoriali composto da: Processus contra Templarios, opera di cui il mondo intero ha parlato e continua a parlare; la Cosmografia di Tolomeo, esempio insuperato di arte della miniatura applicata alla cartografia; il Messale di Natale di Alessandro VI, in uso per la Celebrazione della Messa di Natale in San Pietro; la Divina Commedia illustrata dal Botticelli, riproduzione fedelissima delle 100 incantevoli tavole in pergamena realizzate a punta d’argento nel ‘400 dal Botticelli; Jubilaeum 1300 – 2000, l’indizione del primo Giubileo della storia (Bonifacio VIII – 1300) e la proclamazione del Grande Giubileo del 2000; Munificentia Venetiarum, pergamena riccamente miniata e sigillata in oro massiccio; Causa Anglica, la monumentale Supplica dei pari d’Inghilterra a papa Clemente VII per ottenere l’annullamento del matrimonio di Enrico VIII con Caterina d’Aragona. E ancora, Humanae Salutis la prima esclusiva edizione della bolla papale con la quale nel 1961 si aprì il Concilio ecumenico Vaticano II; Sacra Vestigia – Francesco d’Assisi, contenente gli unici due scritti autografi superstiti di san Francesco e la monumentale Regola Bollata del 1223, documento di fondazione dell’Ordine Francescano.

In mostra, a completare il corpus di progetti realizzati da Scrinium, l’opera Ego Marcus Paulo volo et ordino, esclusiva e  fedelissima ricostruzione del Testamento di Marco Polo, manoscritto su pergamena di pecora conservato in Biblioteca Nazionale Marciana con il quale il grande viaggiatore veneziano detta le sue ultime volontà e lascia in eredità alle figlie il suo ingente patrimonio di esotiche mercanzie. E, più brevemente, le opere Omelie di Maria; Codex Benedictus, considerato tra i pezzi più rari e pregiati nel patrimonio vaticano; il Rotolo dell’Exultet; i Libri d’Ore (Libro d’Ore per Rouen, Libro d’Ore di Jean Bourdichon, Ufficio della Madonna e Codice Rossiano) e, ancora, il Libro degli Schizzi di Francesco di Giorgio Martini: taccuino privato del geniale inventore, progettista e architetto del XV secolo, cui lo stesso Leonardo dichiarò di essersi ispirato per le sue più importanti invenzioni.

L’exhibit museale di Scrinium è composto da documenti che, per il loro portato simbolico e per la loro pregnanza storica, attraversano ogni confine e parlano al mondo intero della grande storia dell’Uomo, abbattendo ogni barriera religiosa e culturale per pervenire alla Verità storica.

Per questa ragione “l’appuntamento con i rappresentanti di quei Paesi dell’America Latina e dei Caraibi che hanno consegnato al mondo la straordinaria eredità delle grandi civiltà precolombiane, è particolarmente importante per Scrinium” dichiara il presidente Ferdinando Santoro, cui fanno eco Marisela Morales Ibáñez, Presidentessa del Gruppo Consolare dell’America Latina e i Caraibi nel nord Italia e Console del Messico a Milano, che precisa come “Il Gruppo Consolare dell’America Latina e i Caraibi nel nord Italia nasce con l’obiettivo di promuovere in maniera congiunta le culture dei nostri Paesi, rafforzando il lavoro di promozione che svolgiamo quotidianamente come Consoli. Siamo consapevoli del grande impegno di Scrinium per la valorizzazione e la promozione del patrimonio documentario, storico, artistico e culturale italiano e internazionale, che svolge in collaborazione con prestigiose istituzioni a favore della comunità accademica, diplomatica e degli appassionati di tutto il mondo. Come Gruppo Consolare, siamo entusiasti di abbracciare questa missione e contribuire assieme allo sviluppo culturale delle nostre comunità e delle nazioni che rappresentiamo” e Lorenzo F. Alderisio, Vice Presidente del Gruppo Consolare dell’America Latina e i Caraibi nel nord Italia e Console del Nicaragua a Milano, che afferma: “É un vero onore accedere ai tesori di Scrinium, che custodisce documenti autentici e di fondamentale importanza su cui si basano le nostre civiltà fino ai giorni nostri, ed essermi fatto promotore nei confronti dei colleghi di questa visita istituzionale. La cultura come veicolo di un importante messaggio di pace, integrazione e condivisione, è un’idea che sposiamo con Scrinium, che tutela e da diffusione a documenti di grande rilevanza storica, permettendo l’arricchimento del bagaglio culturale italiano e internazionale. Consideriamo questa visita alla sede di Scrinium una grande opportunità che ci permetterà di raggiungere obiettivi comuni e di ampliare la conoscenza della storia e della cultura mondiale e inedita ai nostri Paesi di origine”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *